mercoledì 15 dicembre 2010

Moon

Non l'ho inserito nel post di ieri primo perché non è tra i film che ho visto tramite sky (nonostante sia abbondantemente in programmazione su Cinema), secondo perché si merita un post tutto per se.
Nel giro di una settimana l'avrò visto almeno quattro volte, di cui due in versione originale. Potete quindi capire anche da soli che mi è piaciuto davvero un sacco.
Per essere un film di "fantascienza" gli effetti speciali sono davvero ridotti all'osso, a parte qualche piccolo intervento digitale la maggior parte degli espedienti sono i vecchi classici modellini! Questo non nuoce per niente al film, anzi, semmai è la conferma che gli effetti speciali, nonostante possano sì essere un buono strumento in certi casi, non sono l'elemento che "fa la differenza". Quello che veramente conta è la sostanza del film e qui, a mio parere, ce ne è davvero parecchia. A partire dalla sceneggiatura, che non presenterà forse la trovata narrativa del secolo, ma è davvero intensa e presenta tematiche molto profonde, fino all'aspetto visivo: la fotografia e le scenografie sono notevolmente belle e giocano un ruolo non da poco nel creare un'atmosfera coinvolgente e suggestiva.
Magistrale poi la recitazione di Sam Rockwell, mi è piaciuto davvero molto, tanto da farmi domandare  per quale arcano motivo non sia già tra i miei attori preferiti, ma devo ammettere che sono ancora parecchio ignorante in merito alla sua filmografia. Lo conosco sì di fama, ma in pratica di film in cui ha recitato penso di aver visto giusto "Welcome To Collinwood" e "Iron Man 2". Vorrà dire che mi metterò a spulciare per bene la biblioteca in cerca di titoli con cui acculturarmi. E dire che "Confessioni Di Una Mente Pericolosa" è da tempo nella mia lista dei "da vedere". E pure nella lista dei "da procurarsi" a dire il vero, perché in biblioteca è sempre fuori. Idem per "L'Assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford".
Ad ogni modo, come dicevo Sam Rockwell in questa pellicola si dimostra davvero ottimo, regge da solo tutto il film, visto che praticamente non ci sono altri attori, se non si tiene conto della voce di Gerty, nell'originale fornita da Kevin Spacey, un altro ottimo attore che ha fatto un ottimo lavoro. 
La colonna sonora di Clint Mansell poi è qualche cosa di meraviglioso, dona moltissima atmosfera al film, oltre a essere molto bella di per se, mi capita spesso di ascoltarla a letto in attesa di addormentarmi.

Moon - Gran Bretagna 2009.
Regia di Duncan Jones con Sam Rockwell, Kevin Spacey.
Durata 97 minuti.





















Ora l'angolo dello sclero: maledizione a Twilight e a chi lo ha scritto, se mi metto a cercare informazioni, immagini o video di "Moon" in internet  mi salta sempre fuori l'onnipresente "New Moon"! Che palline, come se non bastasse qualche giorno fa mi son pure trovata Edward il vampiro ad interpretarmi il figlio cresciuto di Becky in una delle scene tagliate di "Vanity Fair" >_<

EDIT: scopro ora che Sam Rockwell ha recitato anche in "Sogno Di Una Notte Di Mezza Estate"... giuro che non ho il minimo ricordo di lui in quel film :S

Nessun commento: