sabato 30 aprile 2011

Volevo vedere Source Code e infatti sono andata a vederlo

Pensavate di andare al cinema?
Bene, vi consiglio di andare a vedere Source Code (l'ho visto ieri sera, finalmente!).
Merita. Ma davvero tanto, non sono rimasta per niente delusa, anzi!
Non te lo togli dalla testa molto in fretta, è uno di quei film a cui continui a pensare e ripensare per parecchio dopo essere uscito dalla sala, anche se non è particolarmente cervellotico.
Tecnicamente non parla di viaggi nel tempo e paradossi temporali (come è stato e come viene pubblicizzato da alcuni), diciamo che ha più a che fare con roba tipo teoria delle stringhe e fisica quantistica. Almeno credo, a dir la verità sono una schiappa su questi argomenti... per cui non preoccupatevi, evidentemente non c'è certo bisogno di avere una laurea nel campo per seguire e apprezzare il film.
Inoltre, a mio parere, questo aspetto fantascientifico fa più che altro parte del contesto del film, piuttosto che esserne l'argomento, che invece è più dalle parti del "dramma esistenziale" o giù di lì.
Duncan Jones si riconferma un bravo regista (due film su due che mi sono piaciuti molto :D Non vedo l'ora di vedere i suoi lavori futuri), bello il montaggio e buon ritmo, effetti speciali presenti, ma non invadenti, il giusto indispensabile insomma. 
Molto bravi anche gli attori, nonostante avrei bisogno di vederlo in lingua originale per poterne apprezzare totalmente la recitazione. Particolare nota di merito va a Vera Farmiga, mi piace sempre più quest'attrice.
Vi allego i primi cinque minuti del film. Purtroppo mancano i titoli di testa -_- E' un peccato, oltre al fatto che fanno parte dell'opera pure loro, avevano un' atmosfera e fascino da film anni '70 che ho gradito molto.


Regia: Duncan Jones
Cast: Jake Gyllenhaal, Michelle Monaghan, Vera Farmiga, Jeffrey Wright
Sceneggiatura: Ben Ripley

2 commenti:

Tizia ha detto...

Fisica quantistica *_*

Uh mi ispirava già in partenza e ora che lo consiglia pure la Mary lo vedrò di sicuro!

Kelvin ha detto...

Hai ragione, i titoli di testa hanno il loro fascino: sobri e particolari, davvero d'altri tempi... gran bel film, concordo pienamente.