martedì 12 agosto 2008

Il Libro Delle Ovvietà

Pian piano si comincia a trasferire qui il contenuto del precedente blog :-D
Oggi tocca al libro delle ovvietà.
Che cos'è il libro delle ovvietà?
Semplicemente si tratta di una lista di frasi ovvie e pure piuttosto scontate che ho cominciato a produrre dopo una troppo abbondante grigliata. Per qualche arcano motivo ho continuato ad ideare queste frasi anche dopo esser finalmente riuscita a digerire. Non sperate di trovarci un senso e men che meno della logica, due concetti a me piuttosto sconosciuti.


- Il problema non è essere morti, ma rendersene conto.
- Il problema non è partire, ma avere fatto le valige.
- Il problema non è ascoltare musica, ma ascoltare Gigi d’Alessio.
- Essere muti non è un problema se non hai niente da dire.
- Essere sordi non è un problema se sei in compagnia di un chiacchierone rompiscatole.
- Il problema non è mangiare un cocomero, ma mangiarne due.
- Il problema non è essere, ma essere stati.
- Il problema non è chiudere un armadio, ma rimanerci chiusi dentro.
- Il problema non è avere un buco nella tasca, ma avere 100 euro nella tasca con il buco.
- Gandalf il grigio cadde in lavatrice e diventò Gandalf il bianco.
- Il problema non è telefonare, ma dover pagare la bolletta.
- I tassi sono simpatici. Le tasse un po’ meno.
- Il problema è domandarsi qual è il problema.
- Bisogna capire quello che c’è da capire.
- Il problema non è mangiare, ma digerire.
- Il problema non è guidare l’auto, ma avere la benzina.
- Il problema non è mangiare, ma essere mangiati.
- Il problema non è bere, ma affogare.
- Il problema non si pone se uno non si fa problemi.
- Il problema non è fare calcoli, ma avere la calcolatrice o avere i calcoli.
- Il problema non è pestare una formica, ma essere pestati da una formica.
- Il problema non è prendere il treno, ma trovare un posto dove metterlo.
- Non è un problema trovarsi davanti un leone se questo è in una gabbia.
- Il problema non è gettare mille euro in un tombino, ma trovare una buona ragione per farlo.
- Il problema non è uccidere un uomo, ma uccidere un uomo senza soldi con se.
- Il problema non è il buco, ma caderci dentro.
- Il problema non è prendere l’autobus, ma doverlo aspettare.
- Il problema non è trovare una carogna, ma trovarla nel proprio armadio.
- Il problema non è indossare un paio di guanti, ma doverne indossare due paia.
- Il problema non è suonare il clacson, ma organizzare un concerto.
- Legolas è l’elfo fatto di lego. L’elfo fatto di pongo è Pongolas. E Fangolas chi è?
- Il problema non è rimanere soli, ma rimanerlo senza compagnia.
- Il problema non è questo, ma un altro.
- Il problema non è andare in bicicletta, ma possederne una.
- Il problema non è avere le scarpe, ma avere i piedi.
- Il problema non è leggere, ma sapere leggere.
- Credere di essere una mucca non è un problema finché non lo credono anche gli altri.
- Il problema non è respirare, ma ricordarsi di farlo.
- Il problema non è avere un temperino, ma avere una matita da temperare.
- Divorziare non è un problema se non si è sposati.
- Il problema non è mangiare una gallina, ma essere la gallina.
- Essere assassinati non è un problema se manca l’assassino.
- L’assassino, colui che uccide con piccoli sassi.
- Pulire non è difficile se la cosa non è sporca.
- Il problema non è tagliarsi un piede, ma tagliarsene due.
- Il problema non è tu che giochi con il computer, ma il computer che gioca con te.
- Can che dorme non morde.
- Can che morde non demorde.
- Can che dorme sta zitto.
- Can che morde fa male.
- Dubitare non è un problema, ma il dubbio potrebbe essere problematico.
- Confessare non è un problema se gli altri non ti credono.
- Il problema non è cadere in una piscina, ma cadere in una piscina vuota.
- Il problema non è tuffarsi in piscina, ma trovarci dentro uno squalo.
- Il problema non è fischiare, ma essere fischiati.
- Il problema non è scrivere queste cretinate, ma perdere tempo a leggerle.
- Leggere può essere un problema se non ne sei capace.
- Giocare a calcio può essere un problema se non hai la palla.
- Avere una palla può essere un problema.
- Avere un problema può essere una palla.
- Una palla può essere un problema.
- Il problema è essere una palla.
- Essere o non essere questo è il problema.
- Essere una polpetta o essere un pomodoro, questo è il problema.
- Cadere dalla finestra, questo è il problema.
- Trovare dei soldi, questo non è il problema.
- Se le carriole avessero i soldi non dovrebbero lavorare.
- Se i soldi avessero le carriole sarebbero dei muratori.
- Se mia nonna avesse le ruote andrebbe più veloce.
- Se le ruote avessero le nonne sarebbero delle carriole.
- Se avessi dei soldi, mi comprerei una casa. Se avessi una casa la venderei per ricavarne dei soldi.
- Ho fame. Non c’è il pane. Uffi lo ruberemo ai Puffi.
- Essere un puffo può essere un grande problema.
- La pioggia non è un problema se hai l’ombrello.
- Il problema non è aprire la cassaforte, se conosci la combinazione.
- Non puoi essere lo scemo del villaggio se non abiti in un villaggio.
- Il problema non è fare i compiti, ma farli senza errori.
- Il problema non è svegliarsi presto, ma non svegliarsi affatto.
- Il problema non è avere la divisa, ma ricordarsi del perché la si possiede.
- Attenti al cane: è armato. Lui e il cemento sono i criminali più pericolosi.
- Il più grande nemico dell’uomo ragno: la massaia con l’aspirapolvere.
- Sputare in faccia a qualcuno: può essere un problema se questo si arrabbia.
- Il problema non è se l’argomento è interessante, ma se ti interessa.
- Il problema non è essere un Puffo, ma diventarlo.
- Il problema non è volare, ma precipitare.
- Il problema non è cucirsi la bocca, ma cucirsela con ago e filo.
- Il problema non è tornare nel passato, ma tornare nel passato di verdure.
- Ecco una bombetta: occhio può esplodere!
- Il problema non è cosa c’è dopo essere morti, ma cosa c’era prima di nascere.
- Rimanere soli non è un problema se c’è qualcuno con te.
- Parli del diavolo e al diavolo fischiano le orecchie.
- Il problema non è essere un rompiscatole, ma essere tanto rompiscatole da rompersi le scatole da solo.
- La vita è come un barattolo di panna montata, prima o poi tocchi il fondo.
- cos(α+β) = cosαcosβ-senαsenβ
- Il problema non è andare al cinema, ma trovare una cassiera sclerotica.
- Incontrare Johnny Depp non è un problema.
- Il problema non è la testa che scoppia, ma quello che fuoriesce da essa.
- Se tu punti una sveglia questa ti scambierà per un cane da caccia.
- Il problema non sono i denti, ma i denti che non ci sono.
- Il problema non è lavarsi i denti, ma riuscire ad aprire la bocca.
- Non è difficile versare il latte in una tazza, ma versare la tazza nel latte.
- Il problema non è trovare una bottiglia di vetro contenente acqua, ma trovare una bottiglia d’acqua contenente vetro.
- Il problema non è cadere dalle scale, ma rompersi tre gambe.
- In realtà la terra non si muove: è l’uomo che gira intorno ad essa.
- Il problema non è se ti gira la testa, ma il doverla riportare alla posizione iniziale.
- Il problema non è cadere dal tetto, ma spappolarsi come la moglie di Iacopone da Todi.
- Il problema non è essere stonati, ma il voler per forza cantare.
- Il problema non sono i Templari, ma quello che facevano.
- Il problema non è il vicino che trapana nel muro, ma il fatto che io senta il rumore.
- Il problema non è andarsene, ma il non poter ritornare.
- Il suo nome era Pippiolo Vattelapesca, ma gli amici lo chiamavano Pippi. Peccato non avesse amici. Non che fosse antipatico o che so io, solamente che non aveva amici perché dove abitava lui non c’erano altre persone.

1 commento:

Elisa ha detto...

Finalmente il libro delle ovvietà!!
XD XD XD
Ma come ti vengono in mente certe cose...?