martedì 15 maggio 2018

Bohemian Rhapsody

Ragazzi, sono tutta un fremito e su di giri, è uscito il teaser trailer di Bohemian Rhapsody, il film su Freddie e sui Queen (come si poteva intuire dal titolo), in uscita il prossimo 2 novembre. Brividi lungo la schiena mentre lo guardavo!


Dei quattro l'unico che non mi convince appieno (esteticamente parlando) è Ben Hardy nei panni di Roger, ma gli altri sono perfetti, Brian in particolare, è identico! A voler essere veramente pignola Freddie era un po' più massiccio di Rami Malek (che per me sarà sempre Josh di Until Dawn), ma le movenze, per quel poco che possiamo vedere, ci sono tutte e credo non potessero fare casting migliore. Del resto attori totalmente identici non è possibile trovarne, direi che possiamo anche ritenerci più che soddisfatti di quanto sono riusciti ad ottenere. Discorso a parte per Brian, porca pupattola, è davvero uguale, sopratutto al minuto 1:19, ditemi se non sembra quello originale! 
Adesso tanti discorsi sull'aspetto degli attori, poi quello che veramente farà la differenza saranno le interpretazioni, ma per quelle bisognerà ovviamente aspettare di vedere il film per poterle giudicare. Per il resto il film sembra molto curato e ben fatto, la fotografia è davvero bella, diciamo che promette bene.
In realtà sto cercando di restare distaccata per evitare le delusioni da troppa aspettativa, ma come potete vedere non è che ci stia riuscendo molto. 

venerdì 20 aprile 2018

Uno dei miei premi per aver concluso un altro giro intorno al sole

Abbiamo dovuto attendere a lungo, ma alla fine i Fratellis son riusciti ad annunciare anche il tour europeo. Per noi italiani l'appuntamento è il primo di ottobre (sì, c'è ancora da attendere a lungo) a Milano (ma va? Chi l'avrebbe mai detto! Chissà se faranno mai la data promozionale in un posto che non sia Milano...)
Cosa buona dell'aver avuto l'annuncio in 'sto periodo è che i biglietti sono stati messi in vendita in concomitanza con il mio compleanno, qualcuno ha quindi ricevuto un regalo molto gradito.
Gradito, ma non inaspettato, quando ti vietano categoricamente di avvicinarti ad un mediaworld o ad un qualsiasi rivenditore ticketone, il sospetto diciamo che ti viene ^^


Nel frattempo sono anche usciti un paio di altri video, ma soprattutto è uscito il disco che è molto bello, più di quel che mi aspettavo, alla fine meno funky/dance da quel che sembrava dai primi singoli. Ma di questo ne parlerò più avanti in un post apposito. 
Vi anticipo però che 'sto già scrivendo il post sull'ultimo album e sul concerto dei Franz Ferdinand, nel giro di qualche mese dovrei quindi riuscire a completarlo. 
Per ora vi dico solo che l'album mi piace molto e che dal vivo i Franz spaccano di brutto ed è un vero peccato che sia riuscita solo ora ad assistere ad un loro live. Ne hanno in programma un altro paio quest'estate, ma 'sta volta mi suonano lontano e non credo proprio riuscirò ad andarci. 

martedì 6 marzo 2018

Diamo a Sam i riconoscimenti che merita

Sam ha vinto l'oscar!!! Evviva! Sono davvero soddisfatta, primo perché se lo meritava (e non solo per questo film) secondo perché fa sempre piacere vedere i propri attori preferiti venire premiati. Molto contenta che l'abbia vinto anche Frances McDormand e appena po' delusa che tutto sommato Tre Manifesti non ne abbia vinti di più.
Mi dispiace anche che Baby Driver ne sia uscito a mani vuote, così come Daniel Day-Lewis. Che poi i miei erano tutti tifi di simpatia, avendo visto appena un paio di film nominati non avevo i mezzi per fare scelte obiettive e ragionate.


domenica 11 febbraio 2018

Starcrossed Losers

Sedateli, per favore, che qui tra nuovi singoli ed esibizioni acustiche ci stanno facendo sentire tutto l'album! Non mi dispiacerebbe ci restasse qualche cosa di inedito da ascoltare il 16 marzo.
Ecco qui il quarto, e a sto punto spero ultimo, singolo tratto da In Your Own Sweet Time. Bello, mi piace particolarmente la strofa, un pelo meno il ritornello, anche se son due giorni che non faccio altro che cantarlo. La cosa più bella della canzone è la parte di basso (ma anche gli acuti di Jon meritano una menzione).


E così l'hype per questo album viene ulteriormente pompato, anche se devo ammettere che è niente confronto all'hype che avevo per Eyes Wide, Tongue Tied, piazzarne l'uscita tra due concerti ebbe il suo discreto effetto. Ma anche perché i singoli di quell'album mi piacevano un botto di più, non che questi mi dispiacciano, anzi, mi piacciono parecchio, ma hanno un sound che mi viene a noia più in fretta.

giovedì 8 febbraio 2018

I've Been Blind

Io, come al solito, faccio fatica a trovare il tempo per sedermi al computer ed aggiornare il blog, ma intanto le cose succedono e inevitabilmente rimango indietro con i post che avrei voluto scrivere.
Nel frattempo i Fratellis non sono stati con le mani in mano e hanno posticipato l’uscita dell’album di una settimana. Lì per lì ci son rimasta male, insomma una settimana in più di attesa per un album che aspetto con già troppa impazienza, poi a ben pensarci forse è meglio, in questo modo esce dopo il concerto dei Franz Ferdinand (il giorno seguente) e mi permette quindi di concentrarmi a dovere senza troppe distrazioni sul megaripasso della loro discografia. Ah, mi sarebbe piaciuto scrivere anche sui Franz Ferdinand, che sono stati ospiti a Che Tempo che fa, hanno rilasciato altri due singoli ed un video, ma ormai che importa, tanto domani esce il disco nuovo.
Tornando ai Fratellis, oltre queste discutibili manovre hanno rilasciato un nuovo singolo, davvero molto bello, anche se ho avuto bisogno di diversi ascolti prima di riuscire a farmi un'idea al riguardo. È una mezza ballata e, soprattutto sulla parte finale, ha una batteria che mi piace davvero tanto.


Altra cosa bellissima che non posso esimermi dal condividere, questo video di Jon che, in studio   presenta in versione acustica tre pezzi del nuovo album. La cosa particolarmente bella è stato vederla in diretta streaming due sere fa, ma resta lo stesso degna di interesse, tra l'altro queste versioni sono state improvvisate sul momento, o almeno così ha riferito Baz su twitter.
Vero che in versione acustica si perdono basso e batteria (e ormai è noto quanto io ami il basso e la batteria nelle loro creazioni), ma è comunque un ascolto interessante e poi si può godere di tutta la bellezza della voce di Jon.

venerdì 2 febbraio 2018

Tre Manifesti a Ebbing, Missouri


Alla fine sono riuscita a vedere Tre Manifesti a Ebbing, Missouri, in lingua originale.
Che dire, mi è piaciuto davvero molto, intenso e struggente, anche se non mancano i momenti ironici, cosa che a mio parere ha il suo merito nel rendere la narrazione molto realistica. Ampiamente meritati i premi fin’ora ricevuti e le candidature agli oscar per le quali è stato nominato.
Ottime tutte le prove attoriali, superlativa Frances McDormand e Sam Rockwell. Lui mi è piaciuto tantissimo e tantissimo mi è piaciuto lo sviluppo del suo personaggio. Ok, qui un po' sono di parte perché adoro Rockwell da una vita, ma mi auguro vivamente che venga premiato con l’Oscar. Al che però un po' mi dispiacerebbe per Woody Harrelson, perché anche lui mica se l'è cavata male...
Una cosa che non ho ben capito è questa smania di paragonarlo ad un film dei fratelli Coen, io tutti questi punti in comune non è che gli abbia notati molto, ma tant'è.

martedì 23 gennaio 2018

Oscar Nomination 2018

Due parole sulle nomination agli Oscar annunciate oggi. Proprio due, anche perché solo due sono i film che ho visto (Get Out e Baby Driver). Spero di riuscire a recuperarne qualcun altro prima della premiazione.
Sono stra-contenta per la nomination a miglior attore non protagonista a Sam Rockwell, ma proprio tanto. Non ho ancora visto Three Billboards, ma lui è ed è sempre stato un gran attore e sono sicura che la nomination sia totalmente meritata. E poi mi fa piacere che finalmente riceva i riconoscimenti e le attenzioni che merita.
Molto soddisfatta anche per la nomination a Daniel Day-Lewis. Anche qui, il film non l'ho visto, ma avendo presente le sue capacità attoriali diciamo che sono soddisfatta sulla fiducia.
Contenta anche per le tre nomination a Baby Driver! Il film mi è piaciuto tantissimo e le nomination sono più che meritate.
Le nomination a Get Out invece mi lasciano un po' perplessa. Il film mi è piaciuto, ma non mi è sembrato così meritevole di premi e riconoscimenti.
Andare al giorno della premiazione voglio vederne qualcun altro. Ad ogni modo la notte del quattro marzo tifo scatenato per Sam Rockwell. Già fantastico su di lui che vince l'oscar e lo va a ritirare a passo di danza.


martedì 19 dicembre 2017

Il futuro sarà incerto, ma almeno ascolterò buona musica

Dato il post precedente e quando è stato scritto, verrebbe da pensare che effettivamente non sia sopravvissuta al finale di Twin Peaks. Invece sono ancora qui, anche se non mi azzarderei a dire di averlo superato senza traumi. Emotivamente provata, molto provata.
Tanto per fare un veloce riassunto delle puntate precedenti, quest'estate mi son fatta cinque giorni al mare e basta (sempre meglio di niente, comunque), mi hanno trovato il colesterolo alto il che ha portato un po' di scombussolamento alla mia alimentazione, ho finalmente visto gli Aerosmith dal vivo (ed è stato bellissimo e vorrei tanto riuscire a vederli ancora!) e poco più di un mese fa ho rivisto i Queen, 'sta volta con Lambert ed è stato bellissimo pure questo.

Passando all'imminente futuro, il 2018 concertoso comincia a preannunciarci molto soddisfacente: ho già in tasca i biglietti per i Foo Fighters al Firenze Rocks il prossimo giugno (quest'anno gli Aerosmith, l'anno prossimo i Foo, 'sto Firenze Rocks mi sta decisamente simpatico!) e per il mio primo (finalmente!) concerto dei Franz Ferdinand, che si fanno perdonare le ultime due date in posti scomodi venendo a suonare qui all'Unipol di Casalecchio.
Dei Foo Fighters pochi mesi fa è uscito il nuovo album, Concrete And Gold, davvero molto bello, molto più del precedente che invece non mi ha mai convinto più di tanto. Ci sono alcuni brani che davvero faccio fatica a smettere di ascoltare e che spero suonino il 14 giugno prossimo.

I Franz Ferdinand, oltre a venirmi a suonare in casa, sono in procinto di fare uscire un nuovo album il 9 febbraio prossimo ed hanno già rilasciato il primo singolo, Always Ascending, a cui ha fatto seguito un video non molto tempo dopo.
Questo nuovo brano mi piace davvero molto, in realtà un po' elettronico per i miei gusti, ma adoro la parte di batteria. Visivamente molto bello il video, ma del resto i video dei Franz son sempre piuttosto interessanti. Gradirei però che Kapranos si cambi taglio e colore dei capelli andare al giorno del concerto, perché così è davvero inguardabile. E che non osi presentarsi con i pantaloni della tuta come nel video.*



Altro disco che aspetto con impazienza, in uscita il prossimo 9 marzo, è In Your Own Sweet Time dei Fratellis. Son già stati rilasciati due singoli: The Next Time We Wed e Stand Up Tragedy, quest'ultimo corredato anche di videoclip.
Stando a questi due singoli pare che i Fratellis abbiano deciso di imboccare uno stile pop/funky/dance, cosa che un pochino mi lascia perplessa, ma finché mantengono la loro usuale sezione ritmica a me va bene. Giusto è un sound che ho timore possa venirmi a noia più in fretta, infatti anche queste ultime due canzoni le ho sì ascoltate a ripetizione, ma ho anche smesso di farlo molto presto. In genere con i Fratellis sto in fissa per mesi, mi sa che questa è la volta buona che invece risolvo in poche settimane.
Comunque i brani in se sono molto belli, The Next Time We Wed è quella che mi piace di più delle due, ma Stand Up Tragedy è quella più orecchiabile che rimane fissa in testa. Carinissimo poi il video di Stand Up Tragedy, ha la pecca di non avere la partecipazione del gruppo, ma è davvero adorabile!
La cosa che gradisco di meno in questi due brani è la voce di Jon, resa piuttosto acuta, fin troppo per i miei gusti. Sarei molto curiosa di sentire come suona la versione del vivo, ma al momento non è previsto un tour europeo, cosa che mi rende assai triste. Ormai è passato un bel po' di tempo dall'annuncio delle date Uk e Usa, comincio a temere che anche nel 2018 non avremo nessuna data.








*a meno che indossati per andare in palestra, fare sport o stare in panciolle a casa, mi disgustano i pantaloni della tuta e mi disgusta chi li porta. Veramente, non posso vederli, li trovo squallidissimi, anche l'essere più figo della galassia mi appare uno straccione pezzente se ha indosso i pantaloni della tuta! 





lunedì 4 settembre 2017

Il mistero più grande di Twin Peaks è come si sopravvive alla fine di Twin Peaks

Fra poche ore andrà in onda il finale di stagione di Twin Peaks. Che molto probabilmente sarà anche il finale di serie.
Senso di vuoto e profonda malinconia mi attanagliano le viscere al pensiero che stanotte finirà tutto. Mi mancherà passare la settimana in spasmodica attesa per un nuovo episodio, leggendo le più fantasiose teorie, lambiccandosi il cervello e facendosi mille seghe mentali cercando di immaginare cosa accadrà (e puntualmente non succede mai quello che ti aspetti, per dire quanto questa serie sia poco prevedibile). 
Come si sopravvive alla fine di Twin Peaks? C'è modo "dopo" di continuare con la propria vita in maniera più o meno normale? Il mio pensiero va a chi c'è già passato guardandolo nel '91, io all'epoca ero bambina e la serie l'ho recuperata solo pochi anni fa, adesso capisco come devono essersi sentiti gli spettatori del tempo. Ed hanno tutta la mia stima ed il mio rispetto per aver dovuto attendere tutti questi anni per la terza stagione.
Comunque vada questi ultimi quasi quattro mesi sono stati un bellissimo viaggio, sedici episodi che mi hanno fatto attraversare tutto lo spettro delle emozioni umane ed hanno riempito i miei occhi di meraviglia. E sono certa che anche le due ultime puntate di stanotte non saranno da meno. 

Una delle mie reazioni più ricorrenti durante la visione
Siccome sono masochista ed amo farmi del male, nonostante l'impazienza di sapere come finirà, non guarderò il finale domani come le persone normali, ma attenderò giovedì sera in modo da vederlo in compagnia di mia sorella (è via e non sarà a casa prima di quel giorno). Sarà doloroso e molto dura resistere altri tre giorni, ma è bello vederlo e sclerare insieme. E questa è l'ultima occasione in cui possiamo farlo. Naturalmente questi tre giorni li vivrò senza social e senza connessione internet nel tentativo di fuggire agli spoiler. 

venerdì 5 maggio 2017

Fedele suddita della Regina

Vi annuncio che il prossimo dieci novembre sarò a sgomitare e perdere ogni briciolo di dignità sotto il palco dei Queen + Adam Lambert (seguono spari di mortaretti e danze della vittoria).
Zì, avevo detto di non gradire Lambert, e infatti non mi piace né mi interessa particolarmente sentirlo cantare coi Queen, ma la voglia di rivedere Brian e Roger era tantissima e loro mi vengono a suonare "sotto casa", all'Unipol di Casalecchio, vuoi forse farti sfuggire un'occasione del genere?
Occasioni di rivedere Brian ce ne sono state, ma non sono mai riuscita ad approfittarne (una volta era troppo esoso e l'altra avevo già speso tutti i miei risparmi per Paul McCartney), quel briccone di Roger invece non si è proprio fatto vedere, siamo ancora qua che aspettiamo il tour promozionale di Fun On Earth. 
I prezzi come al solito son da mazzata al portafogli, ma almeno non ci sono da affrontare spese per viaggio ed eventuale pernottamento. La cosa migliore comunque è che finalmente ticketone ha introdotto i biglietti nominali e non c'è quindi stato bisogno di diventare deficienti per cercare di arraffare i biglietti prima che i bagarini se li ciulassero tutti. 
Il programma ovviamente è piantare radici davanti all'Unipol già di prima mattina, che non ha senso andare al concerto più che altro per vedere i due vecchietti se poi ti tocca stare lontano dove una cippa è tutto quello che riesci a vedere. Data la comodità della location c'è anche la possibilità che il giorno prima si vada a tampinare Brian e Roger in giro per Bologna. Ah, parlo al plurale perché con me avrò la mia fedele compagna di malefatte concettose, ovvero mia sorella. 
Stando più o meno in tema oggi è pure uscito un nuovo progetto solista di Roger, ma non ho ancora avuto modo di vederlo/sentirlo, se ho capito bene si tratta di un cortometraggio/documentario o qualche cosa del genere, quando l'avrò visionato state certi che ne blatererò un po' ;)