giovedì 20 novembre 2014

R.I.P. Mike Nichols

Berlino, 6 novembre 1931 - New York, 19 novembre 2014

Wolf (1994)


Il Laureato (1967)

mercoledì 19 novembre 2014

Una roba cinese su delle galline

Io non so di cosa si facciano in Cina, ma dev'essere roba pesante...

martedì 11 novembre 2014

The Knick

Non fate i fessacchiotti, se siete dotati di abbonamento a Sky questa sera dovete assolutamente vedere The Knick, sinceramente una delle più belle serie tv che mi sia mai capitata di vedere.
Che poi, serie, è più che altro un film di dieci ore che per necessità televisive è stato suddiviso in dieci puntate.

Ambientata nella New York del 1900, narra la nascita della chirurgia moderna, in un'epoca in cui le conoscenze mediche erano ben lungi dall'essere quella che conosciamo oggi. Storicamente è molto accurata, certo si prende delle licenze narrative, ma si è avvalsa di dottori, storici e fotografie d'epoca per la ricostruzione. Lo stesso protagonista, il dottor John Thackery, è ispirato al veramente esistito dottor William Halstead, co- fondatore del John Hopkins e pioniere della chirurgia moderna. 

Grazie all'accuratezza dei dettagli, tra cui i bellissimi costumi (sono innamorata degli stivaletti bianchi!), ed alla bellissima fotografia, la New York di inizio secolo che ci viene presentata è "reale" e pulsante di vita, ma non per questo avvolta da quell' aura di nostalgia con cui spesso ci vengono mostrati i "bei tempi passati". Tutt'altro, la serie non si fa scrupolo di narrare in modo crudo e realistico quello che avveniva nella sala operatoria in un' epoca in cui le conoscenze chirurgiche erano scarse, così come le attrezzature a disposizione. Alla fine di ogni episodio ci si ritrova a ringraziare gli dei, vecchi e nuovi, di non esser vissuti in quel periodo. Spero quindi non siate troppo impressionabili, perché di sangue e viscere se ne vedono parecchi. 

Alla regia Steven Soderbergh (non un pivellino, insomma) e Clive Owen nei panni del protagonista, che ai prossimi Emmy deve vincere tutto il vincibile perché qui ci fa dono di una delle sue migliori interpretazioni. A coronare il tutto la bellissima e coinvolgente colonna sonora di Cliff Martinez. 

lunedì 3 novembre 2014

Pargoli "adorabili"

Questa mattina tra i clienti con cui ho avuto a che fare figura anche con un bambino di circa tre anni, bambino che a prima vista poteva sembrare simpatico perché indossava una maglietta con Darth Vader, ma si sa, le prime impressioni sono quasi sempre sbagliate. 
Infatti il cinno in questione si è rivelato essere rumoroso e manesco: come i genitori si rifiutavano di assecondarlo il pargolo emetteva urla demoniache e li tempestava di calci e pugni.
Dopo venti minuti in compagnia di questo esemplare di cucciolo d'uomo stava prendendo piede in me (oltre ad un gran mal di testa) l'idea di sottopormi ad una operazione di legatura delle tube. 

Un esempio di bimbo rompicoglioni

venerdì 31 ottobre 2014

La danza degli scheletri

Buon Halloween! 
Per l'occasione vi posto un cortometraggio animato che da bambina adoravo alla follia: "La Danza degli  Scheletri"!
Skeleton Dance (1929)

sabato 4 ottobre 2014

Dove la Mary diventa idiota per colpa di Ticketone

Io lo so che stavate aspettando con timore il momento in cui mi sarei messa a sproloquiare sul nuovo tour dei Queen e annessa unica data italiana (per il momento, io spero sempre che ne aggiungano una a Bologna o, meglio ancora, nella piazza di Savigno*). E vi immagino anche un po' stupiti dal fatto che questo post non sia comparso prima.
Il fatto è che in questi giorni sto praticamente vivendo sul sito di ticketone nel disperato tentativo di acquistare i biglietti. Mi son anche recata un paio di volte dal rivenditore ufficiale, ma pure lì ho avuto poca fortuna. La commessa (gentilissima e molto disponibile) mi ha confermato quel che da anni sento dire in giro, che ticketone non rilascia tutti i biglietti in una volta sola, ma li rende disponibili un po' per volta e l'unico modo per accaparrarsene è essere sul sito (o in ricevitoria) al momento giusto. Comodissimo insomma. 
E dire che non ricordo tutte 'ste difficoltà con il concerto di sei anni fa, quella volta andai semplicemente  in ricevitoria all'apertura delle vendite e li comprai. Sinceramente non ricordo difficoltà per nessun altro concerto a cui son stata.
C'è da dire che mercoledì scorso al momento dell'apertura vendite sono stata impossibilitata a tentarne l'acquisto in quanto un cliente rompi mi ha tenuta impegnata per tre quarti d'ora con le sue ciance. Nel senso, manco era venuto per acquistare, si è presentato semplicemente per ammazzare il tempo e la mia pazienza, se alla fine non riusciamo ad andare al concerto come minimo muore, e male anche. Parlo al plurale perché oltre al mio avevo l'incarico di prendere il biglietto anche per mia sorella e il ragazzo di lei, impegnati nei dintorni della capitale con faccende universitarie. Insomma, rischio pure di venire picchiata selvaggiamente da mia sorella quando la rivedo. 
E niente, l'unica al momento è continuare a provare e sperare che nel frattempo non vadano esauriti sul serio. Lo so che giornali e articoli riportano il sold out, ma non è vero (per il momento), è semplicemente che come dicevo i biglietti vengono rilasciati un po' per volta. Ma comunque prima o poi finiranno.
Ah, ovviamente il concerto si tiene nella solita e scomoda Milano. 

*Non che Savigno sia una bella location (anzi, tutt'altro!), ma dista solo sei chilometri da casa mia.

mercoledì 24 settembre 2014

Spaced

Tra i mille post che mi ero ripromessa di scrivere e poi mai scritti (non ancora almeno) c'era anche quello dedicato a Spaced.
Dal momento che oggi ricorre il quindicesimo anniversario della messa in onda del primo episodio, mi è sembrata la giusta occasione per rimediare.

Cos'è Spaced? Spaced è una serie tv. Una serie tv che se non avete ancora visto dovete assolutamente recuperare, perché è una delle serie tv più divertenti che sia mai andata in onda.
Scritta e interpretata da Simon Pegg e Jessica Stevenson, diretta da Edgar Wright, narra le vicende di Tim e Daisy, due quasi trentenni costretti a fingersi fidanzati per poter prendere in affitto un'appartamento. Il tutto condito con sano british humor, vicende molto surreali, omaggi e riferimenti a non finire a film (in particolare a Star Wars, vera fissa del personaggio di Tim), fumetti e alla cultura pop in generale, ma soprattutto tutte le quattordici puntate sono sorrette da un'ottima sceneggiatura e dalla bravura di Wright alla regia.
Memorabili inoltre i personaggi secondari, ad esempio Brian, l'artista del piano di sotto, o Mike (interpretato da Nick Frost), l'amico di Tim in fissa con le armi e tutto ciò che concerne la guerra. O Marsha o addirittura Colin o anche è meglio se la smetto altrimenti li nomino tutti. 
La serie purtroppo non è mai stata trasmessa in Italia, fatta eccezione per la prima stagione passata su Canal Jimmy in lingua originale con sottotitoli. Non esiste doppiaggio quindi, ma poco male, molta della comicità è data anche dal modo in cui vengono pronunciate le battute. Da Amazon è possibile acquistarne i dvd, comprendenti di sottotitoli in lingua originale. Gli episodi sono comunque tutti disponibili su youtube, sembra perfino sottotitolati in diverse lingue. 
Vi lascio con il primo episodio della serie!

sabato 13 settembre 2014

Roald Dahl Day

Buon Roald Dahl Day!

Se una persona ha brutti pensieri, dopo un po’ glieli leggi in faccia. E quando i brutti pensieri li ha ogni giorno, ogni settimana, ogni anno, il suo viso diventa sempre più brutto, finché diviene talmente brutto che non sopporti quasi più di guardarlo. Una persona con pensieri gentili non potrà mai essere brutta. Potrà avere il naso bitorzoluto e la bocca storta e i denti in fuori, ma, se ha pensieri gentili, questi le illumineranno il viso come raggi di sole, e apparirà sempre bella.


lunedì 25 agosto 2014

R.I.P. Richard Attenborough

Cambridge, 29 agosto 1923 - Londra, 24 agosto 2014

Chaplin (1992) regia di Richard Attenborough

Jurassic Park, regia di Steven Spielberg

mercoledì 13 agosto 2014

R.I.P. Lauren Bacall

New York, 16 settembre 1924 – New York, 12 agosto 2014

Il Grande Sonno (Howard Hawks, 1946)