domenica 13 aprile 2014

Two Swords

E finalmente è ricominciato Game of Thrones! Quest'anno lo aspettavo con più trepidazione del solito perché se questa quarta stagione ricoprirà principalmente la seconda parte del terzo libro allora ci aspettano alcune delle parti più belle della saga.
Il primo episodio come sempre usato per fare il punto della situazione, quindi abbastanza tranquillo, ma già dal prossimo se ne vedranno delle belle!
  • Prima di iniziare come sempre il riassunto delle puntate precedenti, che ci sta di brutto anche per i lettori, figuriamoci quindi per i non lettori. Succedono tante cose è c'è un sacco di gente, facile dimenticarsi qualche cosa. Non credo però qualcuno abbia dimenticato il Red Wedding :P
  • Molto bella la scena iniziale della forgiatura di Giuramento e Lamento di Vedova. E poi Tywin sarà anche poco simpatico, ma è uno dei personaggi meglio resi dalla serie tv.
  • Solo a veder scritto "Meereen" sulla mappa mi partono gli sbadigli di noia.
  • Ma che diamine… ridate subito la barba e i capelli lunghi a Jaime!
  • Al solito Tywin sa come essere un papino dolce e amorevole.
  • Mi fa strano Bronn dopo aver visto di recente l'attore interpretare Bennet Drake in Ripper Street. Mi serve giusto un attimo per rifarci l'abitudine. A proposito, dedicate una visione a Ripper Street che è molto bellina come serie.
  • Oberyn è quello che si dice un casting perfetto! Ok, quello che abbiamo potuto vedere è solo una delle sua tante sfaccettature, Oberyn in realtà è molto di più di quello che ci hanno mostrato in questo episodio, ma sono riusciti a rendere benissimo l'idea su quanto siano "badass" lui ed Ellaria. E nel frattempo ficcarci anche un riassuntino (o è la prima volta che ne parlano? Boh, quello che è) su alcuni punti importanti nella storia. Mi sarebbe piaciuto vedere anche la lunga conversazione tra Oberyn e Tyrion presente nel libro, ma mi rendo conto che ci sarebbe voluta una puntata intera solo per quello. Termino con un giudizio di carattere puramente estetico: l'attore che interpreta Oberyn ha un naso meraviglioso *_*
  • Beh, su, non c'è bisogno di inquietarsi tanto per un agnello morto! I drgahetti stanno solo facendo come i gattini: portano una piccola preda in dono al padrone. La cosa più preoccupante è che i draghi sembrano essere nel pieno dell'adolescenza e quindi un pochetto scontrosi.
Del resto è un'età difficile
  • A me il Daario della scorsa stagione non piaceva per niente, ma sinceramente neppure questo nuovo per il momento mi dice molto. Se non altro hanno fatto qualche passo avanti dal punto di vista estetico, l'altro era davvero brutto.
  • Se Sansa rifiuta anche le lemon cakes allora la cosa è grave! 
  • Sembra che stiano imboccando la strada della gelosia per quanto riguarda Shae… e mi fa piacere, perché l'altra maniera papabile per risolvere la faccenda mi disgusterebbe parecchio. E toglierebbe inoltre un paio di momenti interessanti. Però, posso comprendere la gelosia, ma come si concilia con la passione sfrenata (mai spiegata tra l'altro) che Shae ha sempre avuto nei confronti di Sansa nelle scorse stagioni?
  • Va be', ma Jaime che fa ciao ciao con la manina d'oro mi fa morire dal ridere!
Fai ciao ciao
  • Cersei è proprio partita, ha tirato fuori un ragionamento che definire del cazzo e dir poco. Ad ogni modo trovo interessante questa parte, perché nei libri Jaime facevo ritorno molto dopo e soprattutto dopo certi avvenimenti chiave della trama, sono quindi curiosa di vedere come hanno intenzione di gestire tutta la faccenda. 
  • Ormai è risaputo che nei libri le storyline a cui presto meno attenzione sono quella di Daenerys e Jon per cui… chi cazzo sono 'sti Thenn!?
  • Se la son sbrigata in fretta con il processo a Jon, me lo aspettavo più lungo e articolato. Oh, meglio così, meno vedo quel pesce lesso sullo schermo più son felice.
  • Nonna Tyrell, sei sempre la migliore!
  • Non sembra che a Margaery interessi più di tanto la faccenda di Renly e dell'ombra. Quello a cui Brienne dovrebbe dare delle spiegazioni è Loras, che nel libro si incazzava non poco vedendola. Bella scena comunque, anche se assente dal libro, aggiunge un tocco di caratterizzazione in più a Margaery, rimarcando come non abbia tanto a cuore chi sia il re, ma che sia lei ad essere la regina.
  • Joffrey è il solito bastardo odioso. L'attore che lo interpreta è bravissimo, su questo non si discute.
  • Ma povero Jaime, da quando è ritornato tutti non fanno altro che trattarlo male!
Jaime quasi rimpiange le prigioni degli Stark
  • Per i sette dei, le regala pure il mazzetto di fiori, che roba sdolcinata questo Daario! Interessante però il riferimento alle rose blu...
  • Come ho già detto in passato, il giardino degli dei di King's Landing è una roba davvero misera.
  • Oh, allora lo usano Ser Dontos! Dopo la prima puntata della seconda stagione non si era più visto. Non c'è bisogno che Sansa si angusti per non averlo riconosciuto, credo che nessuno degli spettatori se lo sarebbe mai ricordato se non fosse stato per il riepilogo a inizio puntata.
  • Qui in realtà Arya uccideva Thickle e nei libri era una parte davvero bella, ovviamente essendo questi già deceduto due stagioni fa hanno sostituito la sua morte con quella di Polliver, che in realtà avviene più avanti. Di conseguenza Arya ha già un approccio più freddo e calcolato nei confronti dell'omicidio. Va be', è stato epico lo stesso, l'accoppiata Arya e Mastino spacca.


E nel prossimo episodio, sceneggiato da George R.R. Martin in persona (che perde tempo a far 'ste cose anziché scrivere il sesto libro, mannaggia a lui) avremo finalmente il Purple Wedding! Non sconvolgente e drammatico come il Red, ma abbastanza interessante. Succedono cose importanti, mettiamola così.
Che poi dopo voglio leggere i commenti dei non lettori, a cui voglio tanto bene che mi fanno sempre divertire molto con le loro congetture. L'altro giorno ad esempio ne ho sentito uno dire (SPOILER): "Il matrimonio di Joffrey mi sa tanto di gran barba... secondo me il prossimo episodio sarà una noia pazzesca". Oh, sweet summer child, vedrai che non sarà così, tutto si può dire del matrimonio di Joffrey, ma non che sia noioso!(FINE SPOILER)

domenica 6 aprile 2014

Uno guarda le serie tv per rilassarsi e invece...

Quella appena passata non è stata una settimana particolarmente soddisfacente sul versante delle serie tv.
Prima How I Met Your Mother me lo concludono con un finale che definire di merda e dir poco: vicende e situazioni in contrasto con quanto narrato in precedenza e ancor peggio personaggi che subiscono una totale involuzione.
Come se non fossi già abbastanza arrabbiata ci si mette pure Sky che decide di non trasmettere più il canale Babel dove seguivo Il Secolo Magnifico. Ora, non sarebbe un problema se riuscissi a trovarla sul web, ma non so se per la sua natura di essere turca o che io sul web la trovo solo in lingue incomprensibili e senza uno straccio di sottotitolo. 
Mi consolo al pensiero che 'sta notte ricomincia Game of Thrones. Solo ingenti quantità di morti possono placare il mio animo.


venerdì 14 marzo 2014

Buone notizie prima di farmi amputare un braccio

Proprio questa mattina mi lamentavo che i musicisti che a me interessano vengono raramente qui a Bologna. A parte il fatto che la maggior parte dei miei artisti preferiti o sono morti o fanno parte di un gruppo ormai sciolto, ma questa è un'altra storia. 
Insomma, mi stavo lagnando quando hanno annunciato che il due giugno prossimo al Rock in Idro (che nonostante il nome non si tiene più all'idroscalo di Milano, ma al parco nord di Bologna) parteciperanno pure i Fratellis! Gli stessi che non sono andata a vedere a Milano il dicembre scorso perché era scomodo e costoso.
Ora invece è solo costoso. Ma questo perché lo stesso giorno suonano pure i Queens of The Stone Age, che non sono propriamente uno dei miei gruppi preferiti, ma non li schifo, non sarei andata al concerto apposta per loro, ecco, ma li ascolto volentieri.
Oh, adesso io parlo come se fossi già lì davanti al palco ad aspettare, in realtà devo ancora non solo comperare il biglietto, ma anche racimolare i soldi per il biglietto, e poi chissà se sarò ancora viva il due giugno, è una settimana che ho dolori e formicolii al braccio sinistro, dopo vado dal dottore a farlo vedere, spero non me lo amputi. 

Poi mi studierò anche gli altri artisti 


mercoledì 5 marzo 2014

Dove la Mary segue la cerimonia degli Oscar senza però aver visto i film

Fino a sabato scorso non pensavo di riuscire a vedere la cerimonia degli Oscar in diretta, poi però Sky mi ha donato due giorni a scelta di cinema in chiaro e non ho avuto di certo dubbi su quale giorno scegliere. Mi affido a Sky per questo genere di cose che la parola "streaming" è un concetto sconosciuto alla mia connessione. 
La cerimonia del red carpet l'ho saltata in favore di una dormita, tanto del cosa indossava chi non è che mi interessasse più di tanto. Con altre due orette di sonno a premiazione conclusa non ne sono uscita nemmeno troppo stanca. La cerimonia di premiazione invece l'ho trovata molto carina, Anne DeGeneres simpaticissima come conduttrice e poi vedere Brad Pitt che distribuisce piattini per la pizza ai colleghi non ha prezzo!
Altro che statuetta, quello che tutti volevano era la pizza!
Dei film candidati ho visto solo The Wolf of Wall Street e Il Grande Gatsby (cosa si può pretendere da una che ancora deve finir di recuperare i film candidati dell'anno scorso?) per cui non posso veramente esprimermi sulle vittorie e le sconfitte.
Posso solo dire che i costumi e le scenografie de Il grande Gatsby erano effettivamente spettacolari e quindi le due vittorie sono entrambe meritate. Mi spiace che il film sia però stato completamente snobbato nelle altre categorie, a mio parere tra l'altro DiCaprio meritava la statuetta più per Il Grande Gatsby che per The Wolf of Wall Street. A proposito di DiCaprio, anche se ho preferito altre sue interpretazioni, speravo comunque gli aggiudicassero la statuetta, più che altro per una questione di rivincita su tutte le vittorie e candidature mancate in passato, ma mi dicono che McConaughey sia effettivamente bravissimo in Dallas Buyers Club, quindi a posto così.. 
Trovo ad ogni modo esagerate, per non dire ridicole, le reazioni di rabbia che ho visto sul web, capisco rimanerci male, ma la gente dovrebbe imparare a non prendere così sul serio questo genere di cose! 
Ma poi sinceramente... pensavate davvero che l'Academy potesse premiare un film scorretto e volgare come The Wolf of Wall Street? Forse in una realtà parallela.
Ad ogni modo se si continua così DiCaprio rischia di far la fine di Al Pacino, snobbato per anni e poi premiato più che altro per consolazione per un film che sì, carino, ma di sicuro non ai livelli dei precedenti. Per ora consoliamoci con tutti i meme buffi che sono nati da questa non-vittoria.

Sempre parlando senza conoscere l'argomento, son contenta della vittoria de La grande Bellezza, a prescindere dal film fa comunque piacere vedere il proprio paese vincere agli oscar. Poi mia sorella lo è andata a vedere al cinema a tre euro e non mi ha avvisata (cattiva!) e lo hanno passato pure in tv, ma condito con tutta la pubblicità no, non sarei riuscita a sopportarlo, per cui resto ancora in attesa di visione. Probabilmente fino all'anno prossimo, conoscendo i miei ritmi.


mercoledì 26 febbraio 2014

Richieste Inutili

- Scusi, ha quel prodotto fatto così e così, con il colore cosà, che serve per quella cosa là?
- Sì, certamente.
- Ah, ecco, quello non lo voglio.

Allora perché me lo chiedi!?

martedì 25 febbraio 2014

R.I.P. Harold Ramis

Chicago, 21 novembre 1944 – Chicago, 24 febbraio 2014





domenica 2 febbraio 2014

R.I.P. Philip Seymour Hoffman

Fairport, 23 luglio 1967 – New York, 2 febbraio 2014

Non avete idea di quanto ci sia rimasta di merda alla notizia :(


Il Grande Lebowski (1998)


Quasi Famosi (2000)


mercoledì 29 gennaio 2014

The Wolf Of Wall Street

Nonostante le minacce di neve ieri sera sono riuscita a ficcarmi in una sala per vedere The Wolf of Wall Street (o The Wall of Wolf Street come ama chiamarlo mio fratello). 
Metto le mani avanti e dico subito che il film è bellissimo. E che mi è piaciuto molto. Questo perché non mi fraintendiate se dico che non son d'accordo con chi (tanti, da quel che ho sentito) lo considera un capolavoro e in assoluto il miglior film di Scorsese. 
Diciamo che nella sua bellezza il film non mi ha però convinto fino in fondo, un po' la trama non mi ha emotivamente coinvolto del tutto, un po' la lunghezza (un pochino troppo lungo a mio parere lo era) e un po' certamente la colpa è anche di amici e parenti che tessendone smodatamente le lodi mi hanno dato troppe aspettative. E, ma è poi comunque una questione di gusti, a mio parere Scorsese ha fatto molti film più belli.
Questo non toglie che The Wolf Of Wall Street sia un film coi controcazzi, con un gran cast, un'ottima regia e una bellissima colonna sonora, un film che merita assolutamente di essere visto.
DiCaprio come sempre bravissimo, nomination agli oscar più che meritata (e mi auguro che questa sia la volta buona), anche se personalmente quest'anno lo ritenevo più meritevole di una nomination per Il Grande Gatsby. Ottimo anche il resto del cast, in particolare Matthew McConaughey e Jean Dujardin. Interessante intoltre notare come abbia visto la "mamma" più in questo film che in nove stagioni di How I Met Your Mother. 

martedì 28 gennaio 2014

Storia di due tizi molto svegli

Quella che segue è una storia vera, se qualcuno dovesse riconoscersi nei personaggi non si offenda, ma soprattutto non si riveli, che non ci fa una bella figura.

Due tizi (che chiameremo Pollo e Fesso) l'altro giorno sono andati ad Arte Fiera. 
Pollo e Fesso sono giunti a Bologna da una non specificata città del Veneto, hanno fatto la fila per acquistare il biglietto della fiera, hanno fatto un'ulteriore fila per entrare, arrivati ai tornelli hanno timbrato i biglietti, si sono fatti un giro di dieci minuti e poi si sono accorti di essere entrati alla fiera sbagliata. 
A qualcuno potrebbe sembrare alquanto inverosimile entrare alla fiera sbagliata nonostante tutti i cartelli  disseminati nelle vicinanze che ti avvisano di dove stai andando, ma è anche vero che viviamo in un mondo dove quando metto fuori dal negozio il cestone di campioncini con scritto "omaggi" la gente li guarda e poi mi chiede quanto debba pagare per portarsene a casa uno. 
Sbagliare fiera quindi era dura, ma ancora ci può stare. 
La cosa assurda è che Pollo e Fesso non solo non dovevano andare all'Arte Fiera, ma non dovevano neppure andare Bologna, dato che la loro fiera di destinazione era quella delle moto di Verona.
E allora io dico loro "complimenti" perché per sbagliare non solo fiera, ma pure città ci vuol dell'impegno e a 'sto punto immagino riceveranno un premio o un'onorificenza, non è certo da tutti riuscire in una simile impresa! 

Qui un facepalm ci sta tutto

mercoledì 22 gennaio 2014

Arte Fiera 2013

Fra due giorni inizia l' Arte Fiera 2014 e io ne approfitto per postarvi le foto di quella dell'anno scorso, foto che ho sempre promesso, ma poi non ho mai postato perché è andata così.
L'Arte Fiera 2013 è stata caratterizzata (per quel poco che ho visto, in realtà ho fatto un giro piuttosto corto) da più dipinti che sculture e da una nota di ripetitività, molte erano infatti le opere già viste nelle passate edizioni. In quanto alle tendenze mi pare andasse per la maggiore lo stile geometrico, si è comunque intravisto qualche teschio, ormai soggetto evergreen dell'Arte Fiera. Insieme all'amico Fontana che non manca mai.

Opera fotografica intitolata "Apocalisse", questo è solo uno delle tre foto che la componevano.

Una testa di gorilla dei miei amati Bertozzi & Casoni

Sempre Bertozzi & Casoni

Donna senza ermellino. Non ricordo se questo è il nome che le ho dato io o se si chiamasse proprio così.

Non ricordavo il nome di quest'opera nemmeno il giorno dopo averla vista figuriamoci dopo un anno. 
Beh, una scultura del genere a Bologna a ci sta  
Quadro che mi piaceva moltissimo, peccato non fosse specificato nome e autore




Tipa inquietante che per un attimo ho pensato fosse vera

Vasi carini che metterei volentieri sulla mensola di casa mia 
Tipo che deve aver mangiato qualche cosa di avariato

E per concludere una vecchia conoscenza... gli scheletri che fanno sesso!
Scultura la cui foto, stando all'elenco delle chiavi di ricerca, mi ha portato orde di visitatori al blog. Non avete idea di quanta gente cerchi su internet immagini di scheletri impegnati in attività sessuali. 

Per 'sti due l'arte fiera deve avere un effetto afrodisiaco 

martedì 14 gennaio 2014

Game of Thrones Season 4

Uuuuuh! La Vipera Rossa, il matrimonio e... oh, sì, mi par di aver intravisto anche Alayne ;)
I non lettori stiano alla larga dai commenti del video che sono un ricettacolo di spoiler.


domenica 12 gennaio 2014

Fun On Earth

"Ma la Mary è stata rapita dagli alieni e sostituita con un manichino che prima ci rompe i maroni ogni giorno con il nuovo album di Roger Taylor e poi quando questo esce non ne fa più parola?" staranno pensando tutti (cioè nessuno, ma dire tutti è più carino, dai).
No, non sono stata sostituta con un manichino (ma un gioro un manichino verrà sostutuito con me e non si noterà la differenza), arriverò lunga, ma le mie considerazioni non mi esimo dal farle.

Allora, iniziamo dicendo che l'ultima fatica di Roger mi piace. Non ai livelli di altri suoi lavori, ma mi piace comunque molto.
Giusto a volte mi da un po' la sensazione di incompleto…. come se Roger non si fosse impegnato fino in fondo, che abbia tirato un po' via. Può essere che a darmi questa sensazione sia la presenza di molte (a mio parere un po' troppe) canzoni non inedite che danno un po' quell'aria di "già sentito" a tutto il disco e fanno calare l'attenzione o forse molto probabilmente è colpa del lungo tempo che ci ha messo e di conseguenza delle alte aspettative che ha generato.
Le aspettative son sempre delle gran bastarde, son capaci di rovinarti anche la migliore delle opere.

One Night Stand: ecco, questa a mio parere non ci sta a dire una fava. Va bene che in quel caso era solo una bonus track, ma questa per me appartiene a "Electric Fire", ha pure le sonorità di quel disco. Il brano in se è carino, nulla di speciale, ma continuo a non capire il perché della sua presenza in questo disco.

Fight Club: un bel brano, quello che secondo me doveva aprire l'album, ha un po' quella sonorità da introduzione. Bellissimo il pezzo di sassofono, anzi, devo dire che in tutto il disco quel sassofono ci sta più che bene.

Be With You: brano molto bello, scritto a quattro mani insieme al figlio più giovane. Uno dei pezzi che preferisco, mi piace molto inoltre il modo in cui viene cantanto.

Quality Street: molto bella anche questa, un'altra delle mie preferite. Subito magari non dice molto, ma dopo qualche ascolto la si apprezza di più. Caratteristica comune alla maggior parte delle canzoni di Roger a dire il vero. Torna anche il piacevole sassofono.

I Don't Care: inizialmente non mi diceva molto, ma adesso che l'ho ascoltata un po' di volte devo dire che tutto sommato mi piace. C'è una bella batteria comunque.

Sunny Day: in pratica la versione lenta di Woman You're So Beautiful. E ok che le parole son diverse, la musica non è proprio uguale e qui canta Roger anziché suo figlio, ma sembra comunque di ascoltare quella. E a sto punto secondo me avrebbe avuto più senso in The Lot o meglio come bonus track alla fine del disco. Invece no, Roger l'ha anche elettta a canzone che si merita il video, video tra i più noiosi della carriera di Roger a dirla tutta, si vede lui poggiato ad un muretto che canta e bona. Insomma, va bene che ti sta sul cazzo girare i video, ma già che li fai almeno impegnati un po'.

Be My Gal (My Brightest Spark): qui c'è un altro piccolo plagio di se stesso, ascoltando le prime sei note è come se si ascoltasse Surf's Up. È uguale uguale. Poi per fortuna cambia e diventa una canzone inedita. Che non mi fa impazzire, caruccia, ma nulla di che.

I'm The Drummer (In A Rock n'Roll Band): ed eccoci al pezzaccio del disco. Già dal titolo avevo snasato che sarebbe stata tra le mie preferite e infatti si aggiudica il premio di "brano che preferisco dell'album". È veloce, ha tanta batteria (anche un piccolo assolo) e in fin dei conti preferisco questo genere di brani a quelli più lenti e leggiadri (in pratica tutti i restanti dell'album). Unica nota negativa… è troppo corta! Per fortuna esiste il tasto repeat. Carino anche il testo, molto ironico. Mi piacerebbe sentirla eseguita dai Queen, ovviamente sempre con Roger alla voce altrimenti non avrebbe molto senso.

Small: e ci risiamo con i brani non inediti. Qui è cantata da Roger e non da Paul, ma che mi aggiunge ad un disco di inediti? Stesso discorso di Sunny Day, l'avrei preferita alla fine del disco come bonus o al limite nella raccolta, messa qui mi spezza il disco. Il brano in se è caruccio, ma già in the Cosmos Rocks non mi faceva impazzire.

Say It's No True: qui potrei copia incollare quello che già ho scritto per Small. Bella versione comunque.

The Unblinking Eye: un altro non inedito, ma è anche vero che, nonostante sia stato pubblicato quattro anni fa, doveva essere il singolo tratto dall'album, quindi ha anche senso che nell'album da qualche parte ci sia. Molto bella come versione e oggettivamente forse uno dei brani migliori di tutto il disco.

Up: brano interessante, particolare e anche piuttosto carino. A mio parere sarebbe stato meglio messo a conclusione del disco, ma in fin dei conti chi sono io per giudicare quale sia la scaletta migliore di un album?

Smile: brano molto carino, peccato sembri scopiazzato dai Beatles in particolare ricorda molto Because. Tralasciando questo aspetto resta perà una canzone molto piacevole.

Qui si conclude la versione dell'album trovabile singolarmente nei negozi, nella copia inclusa in The Lot (che con gran rammarico non ho, non posso permettermi di spendere così tanti soldi, sorry Roger, spero tu possa perdonarmi) invece sono incluse quattro bonus track.
Whole House Rockin' altri non è che la versione cantata da Roger di Cosmos Rocks e, per quanto apprezzabile (mi piace davvero molto, non fraintendetemi), non è minimamente paragonabile a quella cantata dai Queen + Paul Rodgers. Quella spaccava di brutto. Ma anche questa è molto bella.
The Shores Of Formentera invece è il brano che si sente sul sito ufficiale di Roger. Devo dire che mi piace, sì.
Seguono poi una differente versione di Dear Mr Murdoch e When We Were Young che però non mi è ancora riuscito di ascoltare.

Il disco è dedicato alla mamma di Roger che, da quanto si apprende dalla dedica, è morta non molto tempo fa. Da quello che potuto leggere su di lei nelle biografie e aneddoti sui Queen doveva essere davvero una gran donna.
In loving memory of my mum... who finally left me after being a wonderful mother... probably a bit of a relief for her... I promise I'll get a proper job someday mum
Giudizio finale su questo album… un disco molto bello (vabbè che il solo fatto di contenere la voce Roger gli fa guadagnare un bel bonus punti), non ai livelli dei primi tre album della discografia di Roger Taylor, ma mi piace comunque di più di Electric Fire.
Ora mi aspetto un tour, che sia chiaro.


sabato 11 gennaio 2014

Mhysa

Che c'è? Sono in ritardo? Se Martin ci mette secoli a scrivere i libri non vedo perché io non possa metterci mesi a scrivere un post!

  • Ah ecco, volevo ben dire, temevo mi avessero tolto la scena del collage tra Robb e Greywind.
  • Ma… tutta questa comunella tra Sansa e Tyrion? Per lei lui è solo un altro Lannister, non dovrebbe dargli tutta questa confidenza. Purtroppo il personaggio di Sansa è molto meno complesso che nel libro e appare molto più ingenuo di quel che non sia già, ma venendo meno la narrazione a punti di vista dei libri credo non si potesse fare meglio di così.
  • E no Joffrey, non si insulta nonno Tywin! Ecco, mandato a letto senza cena, te la sei cercata del resto.
  • Uhm, questo "come un figlio" soffia sul fuoco di certe teorie… teorie che non mi piacciono particolarmente, ma che potrebbero anche essere fondate.
  • Se stava nascendo una certa intesa tra Tyrion e Sansa, beh, ecco che non c'è più.
  • Finalmente ci confermano che effettivamente il pazzo sadico è Ramsey Bolton, qua tra personaggi nuovi e quant'altro non si puo mai essere sicuri.
  • Ed ecco che nasce Reek! Quello che mi chiedo è: come fa Reek ad avere le ascelle così ben depilate? Gliele rasa Ramsey?
  • Hodor è famoso! E poi è uno dei personaggi più cari di tutta la serie.
  • Ah, ma allora se li sono tenuti i pugnali di dragonglass, non si era capito.
  • Ma perchè Shae ha tutta questa passione per Sansa? Mi son persa qualche cosa? Nel libro non la calcolava di striscio.
  • "So che il vostro amore non è comprato con oro o argento" praticamente il contrario di come era nei libri. Comunque tutto sto parlare è un modo gentile di Varys per chiedere a Shae di levarsi dai coglioni.
  • Il primo omicidio volontario di Arya… nel libro era molto più bello, ma tutto sommato anche questo non è da buttar via.
  • "Lo so che non mi farai male" sì credici Jon, mi spiace solo che non ti abbia fatto secco. Non mi esprimo sulle (in)capacità recitative dell'attore...
  • Davos ha fatto miglioramenti con la lettura, come poteva essere altrimenti con un'insegnante dolce come Shireen?
  • Praticamente un giro dell'oca per Gendry, tutto 'sto peregrinare e si ritrova al punto di partenza. Il futuro di Gendry è per me una vera incognita, visto che qui sta ricoprendo il ruolo di un altro personaggio che è stato rimosso dalla serie.
  • Quindi Jaime torna sul serio prima del dovuto... aveva un senso che tornasse dopo il matrimonio di Joffrey e Margaery, così c'è il rischio di incasinare tutta la cronologia degli eventi! Spero che gli sceneggiatori sapppiano cosa stanno facendo.
  • Cos'è sta roba?! Un concerto rock?
  • Ma come, è l'ultimo episodio della stagione e non mi fate vedere nemmeno un Tyrell??? Cattivi!

Bell'episodio, non eclatante, ma nella media. Non so se per via del mio odio per Daenerys o che, ma la scena finale è stata davvero deludente. Fino all'ultimo ho sperato che si concludesse con il ritrovamento di Lady Stoneheart, ma nulla. Dai, ci stava, dopo un'intera stagione a farci vedere la compagnia senza vessilli, Beric Dondarrion e Thoros di Myr aveva più che senso!
La prossima stagione si prospetta interessante, coprirà la parte finale del terzo libro che è pregna di avvenimenti interessanti, ci sarà l'ultimo matrimonio (che non sarà sconvolgente come quello di Robb, ma comunque molto interessante) e finalmente entreranno in scena i dorniani! 
Tutti i lettori smaniano per l'entrata in scena della Vipera Rossa! Un gran personaggio, anche se un pochinello pirla, ma del resto la pirlaggine fa un po' parte del corredo genetico dorniano, infatti il titolo di "personaggio più pirla di tutta la saga" è attualmente detenuto proprio da un dorniano. Ma adesso basta che altrimenti finisco per fare qualche spoiler e non voglio rovinare la sorpresa ai non lettori a cui voglio tanto bene perché mi fanno sempre ridere molto con le loro congetture e di conseguenti speranze/timori riguardo la saga :P

martedì 31 dicembre 2013

Buon Natale, buon anno, buona befana e già che ci siamo anche buona Pasqua e buon ferragosto

Speravo entro la fine dell'anno di riuscire finalmente a sistemare e pubblicare tutti i post lasciati in sospeso, ma la mia conessione casalinga ha smesso nuovamente di funzionare dopo un glorioso singolo giorno che era stata ripristinata. Credo sia ora di cambiare operatore.

Nel frattempo ho passato un bel natale, non riposante perchè non c'è stato giorno che non sia andata a letto alle due, ma durante le ore di veglia son stata bene e mi son divertita.

Quest'anno son tornata alla creazione di biscotti alla cannella e omini di pan di zenero, questi con la decorazione glassata più brutta di sempre, colpa della siringa che si è rotta proprio la sera del ventitre. E io, si sa, ho la manualità di un t-rex ubriaco.

In compenso erano buoni e sono stati molto apprezzati, tutti hanno fatto una fine gloriosa nello stomaco dei parenti. Tutti tranne uno che i miei cugini hanno utilizzato come cavia per i loro esperimenti ed è stato quindi messo a mollo in un bicchiere d'acqua per tutto il pomeriggio e poi gettato nel wc. Come potete vedere i miei cugini conducono esperimenti scientificamente molto interessanti. 

Una selezione delle mie creature

Molta soddisfazione sul fronte giochi da tavolo coi parenti che mi han visto vincitrice a kaleidos e a scarabeo. Per compensare la mia squadra ha però perso a taboo per un singolo misero punto, e l'onta della cosa ancora mi brucia.

Molto soddisfacente anche tutto il resto, i miei regali sono stati apprezzati (almeno, nessuno ha vomitato scartandoli) ed io ho apprezzato quelli che mi sono stati fatti; cibo abbondante e gustoso sulle tavole e giornate piacevoli e divertenti.

Questa sera a casa mia si terrà la nostra classica ed intima cena di capodanno tra amici e già ho il timore che ci sia poco da mangiare, cosa altamente improbabile, stando a quello che i capodanni passati ci hanno insegnato.
Il bottino! Manca il regalo di Tizia perché in quanto commestibile è stato divorato

lunedì 16 dicembre 2013

R.I.P. Joan Fontaine

Tokyo, 22 ottobre 1917 – Carmel-by-the-Sea, 15 dicembre 2013


R.I.P. Peter O'Toole

Connemara, 2 agosto 1932 – Londra, 14 dicembre 2013


venerdì 6 dicembre 2013

R.I.P. Nelson Mandela

Mvezo, 18 luglio 1918 – Johannesburg, 5 dicembre 2013

martedì 19 novembre 2013

We Need Medicine

Tra internet lentissimo a casa e la temporanea impossibilità di usare il computer al lavoro, aggiornare il blog si sta rivelando più arduo del solito.

Per scrivere l'iPhone mi viene comodo giusto per aggiornare twitter e inviare qualche messaggio, ma non di più. Ah, già, non ve l'ho detto, ho un iPhone ora. Di terza o forse addirittura quarta mano, ma quel che importa è che anch'io ora ho la possibilità di perdere tempo con applicazioni inutili.

Tra questa e altre bazzecole ho nel frattempo finalmente ascoltato l'ultimo album dei The Fratellis. Più che altro durante il viaggio per e da Bagno di Romagna. Ah, giusto, non vi ho poi raccontato del mio annuale finesettimana alle terme. Nulla di particolare da raccontare dire il vero, a parte che a Bagno hanno un'insana passione per gli gnomi (mi ci dovevano portare quando avevo quattro anni!) e che l'albergo dove ho soggiornato aveva lo staff più gentile e disponibile che abbia mai incontrato.

Tornando all'argomento del post, dicevo, ho ascoltato l'ultimo dei The Fratellis e mi è piaciuto parecchio, in barba ai critici musicali che invece non lo hanno apprezzato. Tanto si sa, i critici fondamentalmente non servono a nulla, possono dire quello che vogliono, criticare o elogiare, ma alla fine dei conti quello che veramente importa è se a te piace o meno. E a me è piaciuto, alcuni brani addirittura un casino, mentre altri un po' meno, ma pazienza.

Halloween Blues: ad aprire l'album un brano bellino, uno dei miei quasi preferiti. Gli manca solo quella briciola in più di non so che per farlo entrare a tutti gli effetti tra i miei preferiti del disco. O forse quello che manca è semplicemente qualche ascolto in più, chissà.

This Old Ghost Town: inizio davvero schioppentante con una batteria che mi gusta molto, ma forse un po' troppo lunga, perché dopo un po' ci perdo interesse. Bella canzone comunque, che ascolto con piacere.

She's Not Gone Yet But She's Leaving: una delle mie preferite, forse addirittura la mia preferita in assoluto di questo disco. Di quelle che non posso fare a meno di riascoltare non appena finita.

Seven Night, Seven Days: il primo singolo, ormai sentito più e più volte alla radio e di cui già vi avevo parlato. Carina, orecchiabile, si ascolta con piacere, ma non mi dice nulla di più. Non mi fa impazzire, insomma.

Shotgun Shoes: carina. Ma di quelle che ascolto solo ascoltando l'album, non mi vien voglia di sentirla così a random insomma. Piacevole da ascoltare comunque.

Whisky Saga: idem come la precedente, potrei copia incollarvi quello che già ho scritto, aggiungo solo che questa mi piace un pelo di più.

This Is Not The End Of The World: qui c'è poco da dire, semplicemente è una delle mie preferite.

Jeannie Nitro: o "la canzone della steppa" come la chiama mia mamma. Oppure "ciliegine" come invece la chiama mia sorella (ascoltate il coretto: ora che ve l'ho fatto notare non potrete fare a meno di sentir pronunciare ciliegine). Bellissima, altra mia preferita, se la gioca con la terza per il posto di la più bella dell'album secondo i gusti della Mary.

We Need Medicine: title track e quella che personalmente avrei scelto come singolo. Orecchiabile e trascinante, quarta e ultima canzone tra quelle che mi piacciono di più. E aggiungo che per me il disco poteva anche concludersi con questo brano.

Rock'n'Roll Will Break Your Heart: qui inizia il declino dell'album per i miei gusti. Non propriamente un brutto brano, ma noiosetto dopo un po', tanto che spesso mi viene la tentazione di mandare avanti. Credo proprio il vincitore del titolo "brano peggiore del disco". Nel link vi beccate la versione acustica perché è l'unica che ho trovato. Più bella dell'originale a mio parere.

Until She Saves My Soul: altro brano che poteva anche non esserci e non mi avrebbe fatto differenza. Migliore del precedente, ma non più di tanto.

Per concludere non è il loro album che mi piace di più, ma nemmeno quello che mi piace di meno. Per la cronaca, il mio loro preferito è Here We stand. E sì, anche se sembra strano quello che mi piace di meno è proprio Costello Music, nonostante contenga alcune delle loro canzoni più belle.

giovedì 31 ottobre 2013

Arance di Halloween

Quest'anno riguardo Halloween potrei riciclare il post che scrissi a riguardo due anni fa, tanto le cose che ho da dire son praticamente le stesse. Per non rendere questo post inutile come una bici dalle ruote cubiche, ci aggiungo una cosa carina e veloce da fare come decorazione :)

Siccome a intagliar la zucca un po' di tempo ci vuole e soprattutto ci vuol la zucca che non sempre ho modo di avere, sono un po' di anni che per Halloween intaglio le arance porta candela da mettere sul muretto in cortile. 

Purtroppo non ho foto esplicative da allegare, ve lo spiego a parole, tanto è molto semplice e veloce. Poi magari le foto le aggiungerò in seguito.

Prendete delle arance di media grandezza e tagliatele a metà. Fateci una spremuta per non sprecare la polpa e mettete da parte le calotte vuote a due a due (magari mettete insieme quelle della stessa arancia così si ricompongono meglio).

Una delle due calotte sarà la base, l'altra il coperchio. Se la base dovesse essere troppo tondeggiante e poco stabile tagliate appena appena il fondo per appiattirlo, ma di pochissimo, non forate la calotta!

Nella calotta superiore praticate sulla cima (dove sta il picciolo insomma) un foro dalle dimensioni di circa due euro, indispensabile per far bruciare la candela che vi andrà messa dentro.

Adesso basta solo intagliare l'arancia come più preferiamo, in genere io faccio naso e occhi "zuccheschi" nella calotta superiore e la bocca in quella inferiore, ma non c'è limite alle creatività!

Ricomponete l'arancia e ponete nella parte inferiore una candelina piccola, tipo queste dell'Ikea

Mi raccomando, fate attenzione che, dato lo spazio ristretto e quindi la vicinanza con la fiamma, dopo ore di candela accesa l'arancia diventerà inevitabilmente un po' nera e bruciacchiata e c'è sempre il rischio che possa addirittura prendere fuoco. Per questo motivo è una decorazione da esterno o comunque da non lasciare incustodita

sabato 19 ottobre 2013

The Grand Budapest Hotel

Il trailer del nuovo film di Wes Anderson... inutile dire che è già nella lista dei "lo voglio assolutamente vedere" *_*


The Grand Budapest Hotel - USA 2014
Regia di Wes Anderson con Ralph Fiennes, Tony Revolori, Adrien Brody, Willem Dafoe, Jeff Goldblum, Saoirse Ronan  
Data di uscita: 7 marzo 2014 (USA)