lunedì 5 novembre 2018

The Man In The High Castle

La serie con la quale al momento sto in fissa è The Man in The High Castle.
Con la recente uscita della terza stagione ho cominciato a vedere i promo un po' dappertutto, siccome mi ispirava ho deciso di iniziarla. Prima però mi sono letta La Svastica Sul Sole, il libro da cui è tratta.
Al momento ho finito da poco la prima stagione. Devo dire che mi sta piacendo davvero molto, è ben fatta, la storia è avvincente e intrigante, i personaggi sono per buona parte interessanti. In realtà alcuni mi fanno venire l'orticaria, ma vengono compensati da quelli belli che sono invece belli un botto.
Già dal secondo episodio ha cominciato a darmi molte più soddisfazioni che il libro. Il libro in se mi è piaciuto, scritto molto bene e con una bellissima idea di fondo (in poche parole è un'ucronia dove la seconda guerra mondiale è stata vinta dai nazisti e dall'impero giapponese), ma a lasciarmi insoddisfatta è stata la trama, viste le premesse mi aspettavo decisamente di più. La serie si limita a riprendere lo scenario, qualche personaggio e qualche elemento narrativo, ma poi corre per un binario tutto suo. Tanto che leggere il libro non spoilera assolutamente la visione, giusto un paio di dettagli all'inizio e la natura di alcuni personaggi.
Purtroppo la serie qualche difetto lo ha, la storia come dicevo è avvincente, ma a volte si percepisce un po' di pigrizia nella sceneggiatura. Per esempio capitano spesso coincidenze al limite dell'assurdo, oppure i personaggi fanno scelte talmente idiote che durante la visione ti viene da urlargli "ma sei cretino!?". Ma se non si hanno troppi problemi a chiudere un occhio, si riesce a passarci sopra abbastanza tranquillamente e a godersi il resto.
La cosa più conturbante di questa serie è che i personaggi negativi sono di gran lunga più interessanti ed affascinanti dei cosiddetti "buoni", tanto che ti ritrovi a fare il tifo per un nazista, ma sfido io a non essere totalmente ammaliati da un personaggio come l'Obergruppenführer (tra l'altro l'attore che lo interpreta è bravissimo).  
Prima immagine che ho trovato e non ne cerco altre altrimenti trovo pure gli spoiler
Dopo la fine della prima stagione mi sono presa una pausa forzata, sapendo che per impegni vari non avrei potuto guardarla con regolarità, ho deciso di non iniziare la seconda finché non fossi stata sufficientemente libera. Scelta non priva di sofferenza, morivo dalla voglia di continuare, ma una volta iniziata credo sarebbe stato ancor più estenuante aver voglia di vederla e non poterlo fare.
In attesa che finisca questa pausa forzata, mi lambicco il cervello sulle tante domande a cui vorrei avere una risposta, ovvero:

(la parte che segue è destinata solo a chi ha già visto la serie o a chi non la vista, ma vuole farsela rovinare dagli spoiler. Comunque è più che altro una sorta di sfogo mio, perché sono in fissa e quando sono in fissa con qualcosa ho bisogno di sfogarmi scrivendo scempiaggini)


  • da dove caspiterina arrivano i filmati? Come hanno origine? E cosa rappresentano, realtà parallele o avvenimenti solo ipotetici?
  • Tagomi ha meditato così intensamente da trasportarsi fisicamente in un' altra realtà o era solo un modo per farci capire che tramite la meditazione può "vedere" come sarebbe stato il mondo nel caso gli eventi avessero preso una direzione diversa? Io propendo più per la seconda, anche se non escludo che più che un "what if" non stia vedendo realtà parallele veramente esistenti.
  • chi è l'uomo nell'alto castello? Cosa fa, cosa cerca di ottenere, a che gli servono i filmati?
  • perché le bibbie sono vietate? Qui son seria, forse è colpa delle mie lacune in tema religione, ma questa non sono riuscita a spiegarmela.
  • il segretario di Tagomi ci nasconde qualche cosa? Pare sapere molto di più di quel che sembra, ma forse è solo una mia impressione.
  • che è successo all'Italia? Che ruolo gioca in tutto ciò? (probabilmente nessuno e semplicemente agli sceneggiatori non fregava una cippa)
  • come ha fatto l'Obergruppenführer a raggiungere così alti vertici di comando senza essere tedesco?
  • smetterà l'Obergruppenführer di essere un personaggio così affascinante? La smette di farci empatizzare con lui? La smette di farci parteggiare per un nazista?
  • da che parte sta veramente Joe? Ma a prescindere, perché gli affidano missioni se è talmente pirla da cadere nel tranello che non solo l'Obergruppenführer gli ha teso, ma che gli ha anche praticamente detto di avergli teso? C'entra con suo padre? E chi è 'sto benedetto padre? Comunque se Joe dovesse morire mi farebbe solo un piacere, quanto mi sta sul cazzo non ne avete idea.
  • cos'è l'"incidente" riguardo Juliana a cui fa riferimento  Frank?
  • ma Juliana almeno se l'è tenuto il filmato dopo quella cretinata di lasciar fuggire Joe? (cristo ragazza, abbiamo capito che sei totalmente cotta di lui, visto come continui a fidarti senza avere una valida motivazione, ma spero che almeno tu non l'abbia fatto andar via con il preziosissimo filmato!)
  • perché la resistenza ci tiene tanto ad avere Juliana dalla sua? Ok, lavora al Nippon Building ed è sorella di Trudy, ma come agente è un'impedita, oltre ad essere cretina e ad agire solo per il suo interesse. Dopo l'ultima fesseria con Joe immagino la silurino a calci nel culo, soprattutto se gli ha pure lasciato il filmato!
  • Frank avrà mai una gioia? No, seriamente, ci tengo tanto a lui, forse perché con tutta la merda che gli è capitata mi fa una gran tenerezza. E poi, a parte un paio di stupidate farina del suo sacco (sparare al principe? Ma sei serio? E soprattutto perché non ti sei ripreso i soldi durante la fuga dalla Yakuza???) tutte le disavventure capitategli sono state a causa di Juliana, bell'affare stare con lei!
  • a parte il fascino del "bad guy" perché Juliana ha questa sbandata per Joe quando ha già uno come Frank al suo fianco? (si capisce che mi piace Frank e non sopporto Joe?)
  • come mai Ed è così altruista? Ok farsi in quattro per un amico, ma addirittura farsi arrestare al posto suo!
  • rivedremo Childan? Lo spero, non sarà un personaggio edificante, ma è buffo e mi sta simpatico.
  • perché l'ispettore Kido ha sempre la faccia così incazzosa?
  • perché il titolo in originale, "The Man In The High Castle" suona epico, mentre la versione italiana "l'uomo nell'alto castello" sembra idiota?
  • ma soprattutto, riuscirò mai a pronunciare "Obergruppenführer" bene e rapidamente come lo pronunciano nella serie? (spoiler: no)


mercoledì 31 ottobre 2018

Bright Night Flowers

Salve a tutti, sono ancora viva e vegetale. Più vegetale che viva a giudicare da quanto frequentemente aggiorno il blog.
Negli ultimi mesi noi fan dei The Fratellis non siamo stati lasciati tranquilli un attimo, tra album nuovo e tour* abbiamo avuto parecchio di che entusiasmarci. Sia mai però che il nostro entusiasmo scemi troppo, in attesa del sesto album (che sembra essere praticamente finito e quindi non dovrebbe tardare molto), Jon ha finalmente deciso di rilasciare Bright Night Flowers, il suo secondo album solista. Originalmente sarebbe dovuto uscire all'incirca sei anni fa, poi con il ritorno dei Fratellis sulle scene venne totalmente accantonato.

Ora l'album è stato ri-inciso e il 15 febbraio prossimo le nostre orecchie potranno finalmente goderne.
Insieme all'annuncio è stato rilasciato il primo singolo, la title track Bright Night Flowers, con tanto di video ufficiale.
Da anni su youtube gira la "vecchia" versione, non ricordo se venne impropriamente pubblicata o fu Jon stesso a condividerla in qualche modo. Quella nuova è ovviamente diversa, a me personalmente piace molto di più, la trovo più intensa, con un'atmosfera più sognante e anche più curata musicalmente. Inoltre sentendole una dopo l'altra, si nota decisamente quanto Jon sia vocalmente migliorato negli anni (non che prima cantasse male, eh).


Jon Fratelli - Bright Night Flowers (Official Video)


La precedente versione invece è questa:



Insieme all'album ha anche annunciato un paio di date soliste, una a Londra ed una a Glasgow. Non mi illudevo troppo in concerti al di fuori del Regno Unito, anche se in fondo un po' ci speravo. Comunque al momento mia sorella risiede nelle vicinanze di Edimburgo, siccome a trovarla in ogni caso ci voglio andare prima o poi, stiamo accarezzando l'idea di fare un giretto dalle parti di Glasgow. il prossimo febbraio.
Per concludere e per dimostrare ancora una volta che persona carina e disponibile sia Jon, l'altro giorno si è inaspettatamente presentato sul subreddit dedicato ai Fratellis (!) per ringraziare tutti del sostegno e dell'entusiasmo dimostrato. Come se questo non fosse già memorabile di per se, ha inoltre invitato gli utenti a fargli liberalmente domande alle quali ha poi risposto. L'ho trovata una cosa davvero simpatica da parte sua, oltre che molto apprezzata, anche se presa così alla sprovvista non mi veniva in mente nulla di sensato da chiedergli. Ma almeno ho potuto leggere le risposte date agli altri.


* il concerto di Milano del primo ottobre scorso è stato pazzesco, ancor più bello dei precedenti! Chissà, forse ne parlerò sul blog, intanto vi basti sapere che, non essendoci stata la transenna, ero così vicina che avrei potuto letteralmente baciare i piedi a Jon e che me ne sono tornata a casa con una  reliquia preziosissima, ovvero una bacchetta di Mince.

martedì 15 maggio 2018

Bohemian Rhapsody

Ragazzi, sono tutta un fremito e su di giri, è uscito il teaser trailer di Bohemian Rhapsody, il film su Freddie e sui Queen (come si poteva intuire dal titolo), in uscita il prossimo 2 novembre. Brividi lungo la schiena mentre lo guardavo!


Dei quattro l'unico che non mi convince appieno (esteticamente parlando) è Ben Hardy nei panni di Roger, ma gli altri sono perfetti, Brian in particolare, è identico! A voler essere veramente pignola Freddie era un po' più massiccio di Rami Malek (che per me sarà sempre Josh di Until Dawn), ma le movenze, per quel poco che possiamo vedere, ci sono tutte e credo non potessero fare casting migliore. Del resto attori totalmente identici non è possibile trovarne, direi che possiamo anche ritenerci più che soddisfatti di quanto sono riusciti ad ottenere. Discorso a parte per Brian, porca pupattola, è davvero uguale, sopratutto al minuto 1:19, ditemi se non sembra quello originale! 
Adesso tanti discorsi sull'aspetto degli attori, poi quello che veramente farà la differenza saranno le interpretazioni, ma per quelle bisognerà ovviamente aspettare di vedere il film per poterle giudicare. Per il resto il film sembra molto curato e ben fatto, la fotografia è davvero bella, diciamo che promette bene.
In realtà sto cercando di restare distaccata per evitare le delusioni da troppa aspettativa, ma come potete vedere non è che ci stia riuscendo molto. 

venerdì 20 aprile 2018

Uno dei miei premi per aver concluso un altro giro intorno al sole

Abbiamo dovuto attendere a lungo, ma alla fine i Fratellis son riusciti ad annunciare anche il tour europeo. Per noi italiani l'appuntamento è il primo di ottobre (sì, c'è ancora da attendere a lungo) a Milano (ma va? Chi l'avrebbe mai detto! Chissà se faranno mai la data promozionale in un posto che non sia Milano...)
Cosa buona dell'aver avuto l'annuncio in 'sto periodo è che i biglietti sono stati messi in vendita in concomitanza con il mio compleanno, qualcuno ha quindi ricevuto un regalo molto gradito.
Gradito, ma non inaspettato, quando ti vietano categoricamente di avvicinarti ad un mediaworld o ad un qualsiasi rivenditore ticketone, il sospetto diciamo che ti viene ^^


Nel frattempo sono anche usciti un paio di altri video, ma soprattutto è uscito il disco che è molto bello, più di quel che mi aspettavo, alla fine meno funky/dance da quel che sembrava dai primi singoli. Ma di questo ne parlerò più avanti in un post apposito. 
Vi anticipo però che 'sto già scrivendo il post sull'ultimo album e sul concerto dei Franz Ferdinand, nel giro di qualche mese dovrei quindi riuscire a completarlo. 
Per ora vi dico solo che l'album mi piace molto e che dal vivo i Franz spaccano di brutto ed è un vero peccato che sia riuscita solo ora ad assistere ad un loro live. Ne hanno in programma un altro paio quest'estate, ma 'sta volta mi suonano lontano e non credo proprio riuscirò ad andarci. 

martedì 6 marzo 2018

Diamo a Sam i riconoscimenti che merita

Sam ha vinto l'oscar!!! Evviva! Sono davvero soddisfatta, primo perché se lo meritava (e non solo per questo film) secondo perché fa sempre piacere vedere i propri attori preferiti venire premiati. Molto contenta che l'abbia vinto anche Frances McDormand e appena po' delusa che tutto sommato Tre Manifesti non ne abbia vinti di più.
Mi dispiace anche che Baby Driver ne sia uscito a mani vuote, così come Daniel Day-Lewis. Che poi i miei erano tutti tifi di simpatia, avendo visto appena un paio di film nominati non avevo i mezzi per fare scelte obiettive e ragionate.


domenica 11 febbraio 2018

Starcrossed Losers

Sedateli, per favore, che qui tra nuovi singoli ed esibizioni acustiche ci stanno facendo sentire tutto l'album! Non mi dispiacerebbe ci restasse qualche cosa di inedito da ascoltare il 16 marzo.
Ecco qui il quarto, e a sto punto spero ultimo, singolo tratto da In Your Own Sweet Time. Bello, mi piace particolarmente la strofa, un pelo meno il ritornello, anche se son due giorni che non faccio altro che cantarlo. La cosa più bella della canzone è la parte di basso (ma anche gli acuti di Jon meritano una menzione).


E così l'hype per questo album viene ulteriormente pompato, anche se devo ammettere che è niente confronto all'hype che avevo per Eyes Wide, Tongue Tied, piazzarne l'uscita tra due concerti ebbe il suo discreto effetto. Ma anche perché i singoli di quell'album mi piacevano un botto di più, non che questi mi dispiacciano, anzi, mi piacciono parecchio, ma hanno un sound che mi viene a noia più in fretta.

giovedì 8 febbraio 2018

I've Been Blind

Io, come al solito, faccio fatica a trovare il tempo per sedermi al computer ed aggiornare il blog, ma intanto le cose succedono e inevitabilmente rimango indietro con i post che avrei voluto scrivere.
Nel frattempo i Fratellis non sono stati con le mani in mano e hanno posticipato l’uscita dell’album di una settimana. Lì per lì ci son rimasta male, insomma una settimana in più di attesa per un album che aspetto con già troppa impazienza, poi a ben pensarci forse è meglio, in questo modo esce dopo il concerto dei Franz Ferdinand (il giorno seguente) e mi permette quindi di concentrarmi a dovere senza troppe distrazioni sul megaripasso della loro discografia. Ah, mi sarebbe piaciuto scrivere anche sui Franz Ferdinand, che sono stati ospiti a Che Tempo che fa, hanno rilasciato altri due singoli ed un video, ma ormai che importa, tanto domani esce il disco nuovo.
Tornando ai Fratellis, oltre queste discutibili manovre hanno rilasciato un nuovo singolo, davvero molto bello, anche se ho avuto bisogno di diversi ascolti prima di riuscire a farmi un'idea al riguardo. È una mezza ballata e, soprattutto sulla parte finale, ha una batteria che mi piace davvero tanto.


Altra cosa bellissima che non posso esimermi dal condividere, questo video di Jon che, in studio   presenta in versione acustica tre pezzi del nuovo album. La cosa particolarmente bella è stato vederla in diretta streaming due sere fa, ma resta lo stesso degna di interesse, tra l'altro queste versioni sono state improvvisate sul momento, o almeno così ha riferito Baz su twitter.
Vero che in versione acustica si perdono basso e batteria (e ormai è noto quanto io ami il basso e la batteria nelle loro creazioni), ma è comunque un ascolto interessante e poi si può godere di tutta la bellezza della voce di Jon.

venerdì 2 febbraio 2018

Tre Manifesti a Ebbing, Missouri


Alla fine sono riuscita a vedere Tre Manifesti a Ebbing, Missouri, in lingua originale.
Che dire, mi è piaciuto davvero molto, intenso e struggente, anche se non mancano i momenti ironici, cosa che a mio parere ha il suo merito nel rendere la narrazione molto realistica. Ampiamente meritati i premi fin’ora ricevuti e le candidature agli oscar per le quali è stato nominato.
Ottime tutte le prove attoriali, superlativa Frances McDormand e Sam Rockwell. Lui mi è piaciuto tantissimo e tantissimo mi è piaciuto lo sviluppo del suo personaggio. Ok, qui un po' sono di parte perché adoro Rockwell da una vita, ma mi auguro vivamente che venga premiato con l’Oscar. Al che però un po' mi dispiacerebbe per Woody Harrelson, perché anche lui mica se l'è cavata male...
Una cosa che non ho ben capito è questa smania di paragonarlo ad un film dei fratelli Coen, io tutti questi punti in comune non è che gli abbia notati molto, ma tant'è.

martedì 23 gennaio 2018

Oscar Nomination 2018

Due parole sulle nomination agli Oscar annunciate oggi. Proprio due, anche perché solo due sono i film che ho visto (Get Out e Baby Driver). Spero di riuscire a recuperarne qualcun altro prima della premiazione.
Sono stra-contenta per la nomination a miglior attore non protagonista a Sam Rockwell, ma proprio tanto. Non ho ancora visto Three Billboards, ma lui è ed è sempre stato un gran attore e sono sicura che la nomination sia totalmente meritata. E poi mi fa piacere che finalmente riceva i riconoscimenti e le attenzioni che merita.
Molto soddisfatta anche per la nomination a Daniel Day-Lewis. Anche qui, il film non l'ho visto, ma avendo presente le sue capacità attoriali diciamo che sono soddisfatta sulla fiducia.
Contenta anche per le tre nomination a Baby Driver! Il film mi è piaciuto tantissimo e le nomination sono più che meritate.
Le nomination a Get Out invece mi lasciano un po' perplessa. Il film mi è piaciuto, ma non mi è sembrato così meritevole di premi e riconoscimenti.
Andare al giorno della premiazione voglio vederne qualcun altro. Ad ogni modo la notte del quattro marzo tifo scatenato per Sam Rockwell. Già fantastico su di lui che vince l'oscar e lo va a ritirare a passo di danza.


martedì 19 dicembre 2017

Il futuro sarà incerto, ma almeno ascolterò buona musica

Dato il post precedente e quando è stato scritto, verrebbe da pensare che effettivamente non sia sopravvissuta al finale di Twin Peaks. Invece sono ancora qui, anche se non mi azzarderei a dire di averlo superato senza traumi. Emotivamente provata, molto provata.
Tanto per fare un veloce riassunto delle puntate precedenti, quest'estate mi son fatta cinque giorni al mare e basta (sempre meglio di niente, comunque), mi hanno trovato il colesterolo alto il che ha portato un po' di scombussolamento alla mia alimentazione, ho finalmente visto gli Aerosmith dal vivo (ed è stato bellissimo e vorrei tanto riuscire a vederli ancora!) e poco più di un mese fa ho rivisto i Queen, 'sta volta con Lambert ed è stato bellissimo pure questo.

Passando all'imminente futuro, il 2018 concertoso comincia a preannunciarci molto soddisfacente: ho già in tasca i biglietti per i Foo Fighters al Firenze Rocks il prossimo giugno (quest'anno gli Aerosmith, l'anno prossimo i Foo, 'sto Firenze Rocks mi sta decisamente simpatico!) e per il mio primo (finalmente!) concerto dei Franz Ferdinand, che si fanno perdonare le ultime due date in posti scomodi venendo a suonare qui all'Unipol di Casalecchio.
Dei Foo Fighters pochi mesi fa è uscito il nuovo album, Concrete And Gold, davvero molto bello, molto più del precedente che invece non mi ha mai convinto più di tanto. Ci sono alcuni brani che davvero faccio fatica a smettere di ascoltare e che spero suonino il 14 giugno prossimo.

I Franz Ferdinand, oltre a venirmi a suonare in casa, sono in procinto di fare uscire un nuovo album il 9 febbraio prossimo ed hanno già rilasciato il primo singolo, Always Ascending, a cui ha fatto seguito un video non molto tempo dopo.
Questo nuovo brano mi piace davvero molto, in realtà un po' elettronico per i miei gusti, ma adoro la parte di batteria. Visivamente molto bello il video, ma del resto i video dei Franz son sempre piuttosto interessanti. Gradirei però che Kapranos si cambi taglio e colore dei capelli andare al giorno del concerto, perché così è davvero inguardabile. E che non osi presentarsi con i pantaloni della tuta come nel video.*



Altro disco che aspetto con impazienza, in uscita il prossimo 9 marzo, è In Your Own Sweet Time dei Fratellis. Son già stati rilasciati due singoli: The Next Time We Wed e Stand Up Tragedy, quest'ultimo corredato anche di videoclip.
Stando a questi due singoli pare che i Fratellis abbiano deciso di imboccare uno stile pop/funky/dance, cosa che un pochino mi lascia perplessa, ma finché mantengono la loro usuale sezione ritmica a me va bene. Giusto è un sound che ho timore possa venirmi a noia più in fretta, infatti anche queste ultime due canzoni le ho sì ascoltate a ripetizione, ma ho anche smesso di farlo molto presto. In genere con i Fratellis sto in fissa per mesi, mi sa che questa è la volta buona che invece risolvo in poche settimane.
Comunque i brani in se sono molto belli, The Next Time We Wed è quella che mi piace di più delle due, ma Stand Up Tragedy è quella più orecchiabile che rimane fissa in testa. Carinissimo poi il video di Stand Up Tragedy, ha la pecca di non avere la partecipazione del gruppo, ma è davvero adorabile!
La cosa che gradisco di meno in questi due brani è la voce di Jon, resa piuttosto acuta, fin troppo per i miei gusti. Sarei molto curiosa di sentire come suona la versione del vivo, ma al momento non è previsto un tour europeo, cosa che mi rende assai triste. Ormai è passato un bel po' di tempo dall'annuncio delle date Uk e Usa, comincio a temere che anche nel 2018 non avremo nessuna data.








*a meno che indossati per andare in palestra, fare sport o stare in panciolle a casa, mi disgustano i pantaloni della tuta e mi disgusta chi li porta. Veramente, non posso vederli, li trovo squallidissimi, anche l'essere più figo della galassia mi appare uno straccione pezzente se ha indosso i pantaloni della tuta!