sabato 4 ottobre 2014

Dove la Mary diventa idiota per colpa di Ticketone

Io lo so che stavate aspettando con timore il momento in cui mi sarei messa a sproloquiare sul nuovo tour dei Queen e annessa unica data italiana (per il momento, io spero sempre che ne aggiungano una a Bologna o, meglio ancora, nella piazza di Savigno*). E vi immagino anche un po' stupiti dal fatto che questo post non sia comparso prima.
Il fatto è che in questi giorni sto praticamente vivendo sul sito di ticketone nel disperato tentativo di acquistare i biglietti. Mi son anche recata un paio di volte dal rivenditore ufficiale, ma pure lì ho avuto poca fortuna. La commessa (gentilissima e molto disponibile) mi ha confermato quel che da anni sento dire in giro, che ticketone non rilascia tutti i biglietti in una volta sola, ma li rende disponibili un po' per volta e l'unico modo per accaparrarsene è essere sul sito (o in ricevitoria) al momento giusto. Comodissimo insomma. 
E dire che non ricordo tutte 'ste difficoltà con il concerto di sei anni fa, quella volta andai semplicemente  in ricevitoria all'apertura delle vendite e li comprai. Sinceramente non ricordo difficoltà per nessun altro concerto a cui son stata.
C'è da dire che mercoledì scorso al momento dell'apertura vendite sono stata impossibilitata a tentarne l'acquisto in quanto un cliente rompi mi ha tenuta impegnata per tre quarti d'ora con le sue ciance. Nel senso, manco era venuto per acquistare, si è presentato semplicemente per ammazzare il tempo e la mia pazienza, se alla fine non riusciamo ad andare al concerto come minimo muore, e male anche. Parlo al plurale perché oltre al mio avevo l'incarico di prendere il biglietto anche per mia sorella e il ragazzo di lei, impegnati nei dintorni della capitale con faccende universitarie. Insomma, rischio pure di venire picchiata selvaggiamente da mia sorella quando la rivedo. 
E niente, l'unica al momento è continuare a provare e sperare che nel frattempo non vadano esauriti sul serio. Lo so che giornali e articoli riportano il sold out, ma non è vero (per il momento), è semplicemente che come dicevo i biglietti vengono rilasciati un po' per volta. Ma comunque prima o poi finiranno.
Ah, ovviamente il concerto si tiene nella solita e scomoda Milano. 

*Non che Savigno sia una bella location (anzi, tutt'altro!), ma dista solo sei chilometri da casa mia.

Nessun commento: