martedì 29 luglio 2014

La sveglia del tempo

L'altra sera, sistemando e riordinando un po' di roba accatastata nei meandri di casa mia, è saltata fuori la vecchia radiosveglia che usavo intorno ai 14/15 anni.
Dopo averla spolverata l'ho rimessa in funzione ed ho acceso la radio. E cosa trasmettevano? La canzone del Titanic. Insomma, è praticamente rimasta sintonizzata sull'epoca, uguale a come se l'avessi accesa quindici anni fa.
Poi mi è sorto un dubbio: e se fosse una sorta di macchina del tempo e mi avesse riportato nel 1998?
E qui ho cominciato a sudare freddo. Nel senso, una macchina del tempo sarebbe una figata assurda, ma tra tutte le epoche in cui poteva portarmi, proprio la fine degli anni '90 doveva scegliere? 
A parte che non li ricordo come chissà che di speciale, io in quegli anni ci ho vissuto, che interesse potrei quindi avere a visitarli? Ma portami che so, negli anni '60 o nei '70 così mi trasferisco in Inghilterra e vado a vedermi qualche concerto interessante, oppure nei primi del '900 che mi affascinano tantissimo, o meglio ancora portami fra 100 e passa anni, che son curiosa di sapere che ne sarà del genere umano, ma dubito di riuscire a vederlo coi miei occhi.
Poi per fortuna dopo il Titanic non hanno trasmesso le Spice Girls e così son stata certa di non aver fatto viaggi nel tempo. Fortuna anche perché le mie orecchie non le gradivano all'epoca, figuratevi ora.
Ad ogni modo 'sta radiosveglia funziona da schifo, mi sa che la rimetto tra la roba accatastata.

E non è neppure bella!


Nessun commento: