martedì 28 gennaio 2014

Storia di due tizi molto svegli

Quella che segue è una storia vera, se qualcuno dovesse riconoscersi nei personaggi non si offenda, ma soprattutto non si riveli, che non ci fa una bella figura.

Due tizi (che chiameremo Pollo e Fesso) l'altro giorno sono andati ad Arte Fiera. 
Pollo e Fesso sono giunti a Bologna da una non specificata città del Veneto, hanno fatto la fila per acquistare il biglietto della fiera, hanno fatto un'ulteriore fila per entrare, arrivati ai tornelli hanno timbrato i biglietti, si sono fatti un giro di dieci minuti e poi si sono accorti di essere entrati alla fiera sbagliata. 
A qualcuno potrebbe sembrare alquanto inverosimile entrare alla fiera sbagliata nonostante tutti i cartelli  disseminati nelle vicinanze che ti avvisano di dove stai andando, ma è anche vero che viviamo in un mondo dove quando metto fuori dal negozio il cestone di campioncini con scritto "omaggi" la gente li guarda e poi mi chiede quanto debba pagare per portarsene a casa uno. 
Sbagliare fiera quindi era dura, ma ancora ci può stare. 
La cosa assurda è che Pollo e Fesso non solo non dovevano andare all'Arte Fiera, ma non dovevano neppure andare Bologna, dato che la loro fiera di destinazione era quella delle moto di Verona.
E allora io dico loro "complimenti" perché per sbagliare non solo fiera, ma pure città ci vuol dell'impegno e a 'sto punto immagino riceveranno un premio o un'onorificenza, non è certo da tutti riuscire in una simile impresa! 

Qui un facepalm ci sta tutto

1 commento:

Fexxonji ha detto...

Ahahaha, io sono scema ma neanche quand'ero ragazzina e prendevo treni a caso mi sono mai persa in maniera così evidente :D