martedì 31 dicembre 2013

Buon Natale, buon anno, buona befana e già che ci siamo anche buona Pasqua e buon ferragosto

Speravo entro la fine dell'anno di riuscire finalmente a sistemare e pubblicare tutti i post lasciati in sospeso, ma la mia conessione casalinga ha smesso nuovamente di funzionare dopo un glorioso singolo giorno che era stata ripristinata. Credo sia ora di cambiare operatore.

Nel frattempo ho passato un bel natale, non riposante perchè non c'è stato giorno che non sia andata a letto alle due, ma durante le ore di veglia son stata bene e mi son divertita.

Quest'anno son tornata alla creazione di biscotti alla cannella e omini di pan di zenero, questi con la decorazione glassata più brutta di sempre, colpa della siringa che si è rotta proprio la sera del ventitre. E io, si sa, ho la manualità di un t-rex ubriaco.

In compenso erano buoni e sono stati molto apprezzati, tutti hanno fatto una fine gloriosa nello stomaco dei parenti. Tutti tranne uno che i miei cugini hanno utilizzato come cavia per i loro esperimenti ed è stato quindi messo a mollo in un bicchiere d'acqua per tutto il pomeriggio e poi gettato nel wc. Come potete vedere i miei cugini conducono esperimenti scientificamente molto interessanti. 

Una selezione delle mie creature

Molta soddisfazione sul fronte giochi da tavolo coi parenti che mi han visto vincitrice a kaleidos e a scarabeo. Per compensare la mia squadra ha però perso a taboo per un singolo misero punto, e l'onta della cosa ancora mi brucia.

Molto soddisfacente anche tutto il resto, i miei regali sono stati apprezzati (almeno, nessuno ha vomitato scartandoli) ed io ho apprezzato quelli che mi sono stati fatti; cibo abbondante e gustoso sulle tavole e giornate piacevoli e divertenti.

Questa sera a casa mia si terrà la nostra classica ed intima cena di capodanno tra amici e già ho il timore che ci sia poco da mangiare, cosa altamente improbabile, stando a quello che i capodanni passati ci hanno insegnato.
Il bottino! Manca il regalo di Tizia perché in quanto commestibile è stato divorato

lunedì 16 dicembre 2013

R.I.P. Joan Fontaine

Tokyo, 22 ottobre 1917 – Carmel-by-the-Sea, 15 dicembre 2013


R.I.P. Peter O'Toole

Connemara, 2 agosto 1932 – Londra, 14 dicembre 2013


venerdì 6 dicembre 2013

R.I.P. Nelson Mandela

Mvezo, 18 luglio 1918 – Johannesburg, 5 dicembre 2013

martedì 19 novembre 2013

We Need Medicine

Tra internet lentissimo a casa e la temporanea impossibilità di usare il computer al lavoro, aggiornare il blog si sta rivelando più arduo del solito.

Per scrivere l'iPhone mi viene comodo giusto per aggiornare twitter e inviare qualche messaggio, ma non di più. Ah, già, non ve l'ho detto, ho un iPhone ora. Di terza o forse addirittura quarta mano, ma quel che importa è che anch'io ora ho la possibilità di perdere tempo con applicazioni inutili.

Tra questa e altre bazzecole ho nel frattempo finalmente ascoltato l'ultimo album dei The Fratellis. Più che altro durante il viaggio per e da Bagno di Romagna. Ah, giusto, non vi ho poi raccontato del mio annuale finesettimana alle terme. Nulla di particolare da raccontare dire il vero, a parte che a Bagno hanno un'insana passione per gli gnomi (mi ci dovevano portare quando avevo quattro anni!) e che l'albergo dove ho soggiornato aveva lo staff più gentile e disponibile che abbia mai incontrato.

Tornando all'argomento del post, dicevo, ho ascoltato l'ultimo dei The Fratellis e mi è piaciuto parecchio, in barba ai critici musicali che invece non lo hanno apprezzato. Tanto si sa, i critici fondamentalmente non servono a nulla, possono dire quello che vogliono, criticare o elogiare, ma alla fine dei conti quello che veramente importa è se a te piace o meno. E a me è piaciuto, alcuni brani addirittura un casino, mentre altri un po' meno, ma pazienza. Non sono però reduce da molti ascolti, il mio parere quindi (oltre ad essere ancora poco approfondito) potrebbe cambiare notevolmente col tempo.

Halloween Blues: ad aprire l'album un bel brano , uno di quelli che mi piacciono di più in questo disco. Però gli manca quella briciola in più di non so che, o forse quello che manca è semplicemente qualche ascolto in più.

This Old Ghost Town: inizio davvero schioppentante con una batteria che mi gusta molto, ma forse un po' troppo lunga, perché dopo un po' ci perdo interesse, o forse come per la precedente, devo solo dedicargli un po' più di ascolti. Bella canzone comunque, che ascolto sempre con piacere.

She's Not Gone Yet But She's Leaving: una delle mie preferite, forse addirittura la mia preferita in assoluto di questo disco. Di quelle che non posso fare a meno di riascoltare non appena finita.

Seven Night, Seven Days: il primo singolo, ormai sentito più e più volte alla radio e di cui già vi avevo parlato. Carina, orecchiabile, l'ascolto con piacere, ma non mi fa impazzire.

Shotgun Shoes: carina. Ma di quelle che ascolto solo ascoltando l'album, non mi vien voglia di sentirla così a random insomma. Piacevole da ascoltare comunque.

Whisky Saga: idem come la precedente, potrei copia incollarvi quello che già ho scritto, aggiungo solo che questa mi piace un pelo di più e che ha una bellissima parte di basso.

This Is Not The End Of The World: qui c'è poco da dire, semplicemente è una delle mie preferite.

Jeannie Nitro: o "la canzone della steppa" come la chiama mia mamma. Oppure "ciliegine" come invece la chiama mia sorella (se si ascolta il coro anziché "Jeannie Jeannie" sembra di sentir pronunciare "ciliegine"). Bellissima, altra mia preferita, se la gioca con la terza per il posto di la più bella dell'album secondo i gusti della Mary.

We Need Medicine: title track e quella che personalmente avrei scelto come singolo. Dai, ha pure lo stesso titolo dell'album! Orecchiabile e trascinante, quarta e ultima canzone tra quelle che mi piacciono di più. 

Rock'n'Roll Will Break Your Heart: qui inizia il declino dell'album per i miei gusti. Non propriamente un brutto brano, ma noiosetto dopo un po', tanto che spesso mi viene la tentazione di mandare avanti. Credo proprio il vincitore del titolo "brano che mi piace di meno". Nel link vi beccate la versione acustica perché è l'unica che ho trovato. Più bella dell'originale a mio parere.

Until She Saves My Soul: altro brano di cui forse non avrei sentito la mancanza.  Non che sia brutto, ma non mi dice più di tanto. Migliore del precedente, comunque.

Per concludere non è il loro album che mi piace di più, ma nemmeno quello che mi piace di meno. Se proprio devo scegliere un preferito, penso opterei per Here We stand. E sì, anche se sembra strano quello che mi piace di meno, in quanto album, è proprio Costello Music, nonostante contenga alcune delle loro canzoni più belle. Intendiamoci, non lo schifo mica, anzi, semplicemente mi piacciono di più gli altri. Diciamo che Costello Music lo ascolto più volentieri in modalità casuale che non come lo hanno inciso i Fratellis, nulla contro la qualità del contenuto, insomma.

giovedì 31 ottobre 2013

Arance di Halloween

Quest'anno riguardo Halloween potrei riciclare il post che scrissi a riguardo due anni fa, tanto le cose che ho da dire son praticamente le stesse. Per non rendere questo post inutile come una bici dalle ruote cubiche, ci aggiungo una cosa carina e veloce da fare come decorazione :)

Siccome a intagliar la zucca un po' di tempo ci vuole e soprattutto ci vuol la zucca che non sempre ho modo di avere, sono un po' di anni che per Halloween intaglio le arance porta candela da mettere sul muretto in cortile. 

Purtroppo non ho foto esplicative da allegare, ve lo spiego a parole, tanto è molto semplice e veloce. Poi magari le foto le aggiungerò in seguito.

Prendete delle arance di media grandezza e tagliatele a metà. Fateci una spremuta per non sprecare la polpa e mettete da parte le calotte vuote a due a due (magari mettete insieme quelle della stessa arancia così si ricompongono meglio).

Una delle due calotte sarà la base, l'altra il coperchio. Se la base dovesse essere troppo tondeggiante e poco stabile tagliate appena appena il fondo per appiattirlo, ma di pochissimo, non forate la calotta!

Nella calotta superiore praticate sulla cima (dove sta il picciolo insomma) un foro dalle dimensioni di circa due euro, indispensabile per far bruciare la candela che vi andrà messa dentro.

Adesso basta solo intagliare l'arancia come più preferiamo, in genere io faccio naso e occhi "zuccheschi" nella calotta superiore e la bocca in quella inferiore, ma non c'è limite alle creatività!

Ricomponete l'arancia e ponete nella parte inferiore una candelina piccola, tipo queste dell'Ikea

Mi raccomando, fate attenzione che, dato lo spazio ristretto e quindi la vicinanza con la fiamma, dopo ore di candela accesa l'arancia diventerà inevitabilmente un po' nera e bruciacchiata e c'è sempre il rischio che possa addirittura prendere fuoco. Per questo motivo è una decorazione da esterno o comunque da non lasciare incustodita

sabato 19 ottobre 2013

The Grand Budapest Hotel

Il trailer del nuovo film di Wes Anderson... inutile dire che è già nella lista dei "lo voglio assolutamente vedere" *_*


The Grand Budapest Hotel - USA 2014
Regia di Wes Anderson con Ralph Fiennes, Tony Revolori, Adrien Brody, Willem Dafoe, Jeff Goldblum, Saoirse Ronan  
Data di uscita: 7 marzo 2014 (USA)

lunedì 14 ottobre 2013

Il prossimo 11 novembre sulla terra ci si diverte

Finalmente è stata rilasciata una data ufficiale per Fun On Earth!
Il nuovo e quinto album in studio di Roger Taylor uscirà l'11 novembre prossimo. Nella stessa data uscirà anche The Lot, la raccolta di tutti i suoi album al di fuori dei Queen, compreso il neonato Fun On Earth e gli altrimenti introvabili album incisi con i The Cross.
Mi domando: ma chi come me già possiede i dischi originali di Fun In Space e Strange Frontier (e questo sia in cd che vinile) non ha diritto ad un pochino di sconto su The Lot? Giusto perché la quota per la Siae di quei due album l' avrei già pagata...
Gira voce che in The Lot sarà incluso anche un dvd. Alcuni dicono di materiale live altri sostengono si tratti dei video musicali dei The Cross, resta il fatto che non c'è conferma ufficiale.
Su internet (wikipedia) è disponibile anche la tracklist di Fun on Earth, ma anche qui non ho trovato nessuna conferma ufficiale. Ve la riporto lo stesso:

"One Night Stand" - (non inedita)
"Fight Club"
"Be With You"
"Quality Street" - (ma questa parla dei cioccolatini?)
"I Don't Care"
"Sunny Day"
"Be My Gal (My Brightest Spark)"
"I Am the Drummer (In a Rock n' Roll Band)" - (da un titolo così mi aspetto un tripudio di batteria, è già la mia preferita sulla fiducia)
"Small" - (non inedita)
"Say It's Not True" - (non inedita)
"The Unblinking Eye (Everything Is Broken)" - (non inedita)
"Up"
"Smile"

Ufficiali di sicuro invece le due copertine, dato che son state rilasciate dall'account twitter ufficiale di Roger. Ah già, Roger si è infine fatto un account twitter, così finalmente possiamo smettere di stalkerare quello di sua moglie.
Carina quella di Fun on Earth, di sicuro una grafica interessante, ma non mi sconfinfera più di tanto.
Questione di gusti.


Quella di The Lot invece mi piace un sacco!


mercoledì 9 ottobre 2013

Le pellicole della mia vita

Giochino cinematografico scoperto su Solaris, ma ideato da Frank Manila (al cui post non mi riesce di lasciare commenti, chissà poi perché) per festeggiare il millesimo post pubblicato.
Vi partecipo on un bel po' di ritardo,  ma pazienza. Oh, del resto cosa pretendete da una che ha ancora nelle bozze post iniziati a scrivere ad inizio anno?
Ma tornando a noi, il gioco consiste nello scegliere, per ogni anno a partire dalla nostra nascita, il film a nostro parere migliore. Facile? Per niente!

1983 - Il Grande Freddo
1984 - In Compagnia dei Lupi
1985 - Brazil a pari merito con  Ritorno al Futuro
1986 - Labyrinth
1987- Attrazione Fatale
1988- Chi ha Incastrato Roger Rabbit?
1989 - Batman
1990 - Misery Non Deve Morire
1991 - Point Break
1992 - Batman - Il Ritorno
1993 - America Oggi
1994 - Pulp Fiction
1995 - L'Esercito delle Dodici Scimmie
1996 - Grazie Signora Thatcher
1997 - Starship Troopers
1998 - Buffalo 66
1999 - Matrix
2000 - Billy Elliot
2001- Moulin Rouge
2002 - Gangs of New York
2003 - Kill Bill
2004 - Shaun of the Dead
2005 - Breakfast on Pluto
2006 - The Departed a pari merito con Little Miss Sunshine
2007 - Funeral Party
2008 - Wall-e
2009 - Moon
2010 - Shutter Island
2011 - The Artist
2012 - Django Unchained

giovedì 26 settembre 2013

Quisquilie filmiche in famiglia

Essendo giovane mia sorella non aveva mai avuto il piacere di vedere L'Ultimo dei Mohicani, così la settimana scorsa abbiamo rimediato.
Tralasciando il fatto che mia sorella si aspettava di vedere Mel Gibson (credo si sia semplicemente confusa con Il Patriota), mia mamma ne approfitta per farsi venire in mente un paio di film da farmi prendere.

"Sai quali altri film con Daniel Day-Lewis mi sono piaciuti molto?" mi dice "My Beautiful Laundrette e Il Mio Piede Sinistro, li ho visti tanti anni fa in televisione e mi piacerebbe riguardarli".
"Nessun problema" rispondo con aria efficiente (da non confondersi con deficiente) "appena passo in biblioteca li prendo".

Due giorni fa sono passata in biblio, ho smadonnato un po' perché il Grande Gatsby, la versione del 1974, è ancora fuori e chi l'ha in prestito è in ritardo mostruoso, e son tornata a casa con il mio malloppo.

"Ecco mamma" esordisco raggiante "My Beautiful Laundrette l'ho preso, Il mio Piede Sinistro purtroppo non l'hanno, non solo, il dvd stesso è quasi introvabile. Ma prima o poi riuscirò a rintracciarne una copia" quest'ultima frase detta con aria da dura e posa eroica, musica epica in sottofondo e vento a gonfiarmi il mantello (vuoi non indossare il mantello mentre pronunci frasi in maniera epica?).

Ieri sera infine ci guardiamo My Beautiful Laundrette e mia mamma se ne esce con: "Ehi, ma in questo film c'è pure Daniel Day-Lewis! Non lo ricordavo!"
Ma come,  non me l'aveva fatto prendere per quello? o_o

Morale della storia: boh, non lo so, ma intanto guardatevi i film di cui vi ho parlato che meritano tutti. A parte Il Patriota e Il Grande Gatsby che in realtà non lo so perché non li ho visti. E a rigor di logica nemmeno Il mio piede sinistro, ma mia mamma dice che è bellissimo per cui sarà vero. 

L'Ultimo dei Mohicani - USA 1992 
Regia di  Michael Mann con Daniel Day-Lewis, Madeleine Stowe, Steven Waddington 
Durata: 112 minuti















My Beautiful Laundrette - UK 1985
Regia di  Stephen Frears con Gordon Warnecke, Daniel Day-Lewis
Durata: 97 minuti




















È vero che coi film (e non solo coi film) ogni tanto son soggetta a "fasi", ovvero per un po' guardo solo film con un determinato attore/attrice/regista/costumista, però devo dire che da un po' di tempo a 'sta parte nel mio lettore dvd stan passando solo film con Daniel Day-Lewis o Leonardo DiCaprio. L'apoteosi di questa fase sarà riguardare Gangs of New York, cosa che a 'sto punto non posso non fare.

sabato 21 settembre 2013

Si prospettano sonni poco allegri

Oggi ho letto questo e poi questo.
Dal momento che l'olocausto nucleare è uno dei soggetti più ricorrenti nei miei sogni notturni (oltre agli infetti di 28 giorni dopo, ma loro è un po' che non li vedo) dite che avrò gli incubi 'sta notte?

mercoledì 18 settembre 2013

L'Italiana in Algeri

Ricordate vero che l'anno scorso vi ho raccontato di come mia sorella, io e Tizia abbiam partecipato a "L'Italiana in Algeri" in veste di femmine del serraglio?
Bene, per dimostrarvi che non stavo raccontando balle per rendermi ancora più interessante di quanto non sia già (ovvero all'incirca come gli sms pubblicitari della 3) ecco come prova un video dello spettacolo in questione montato dal regista in persona. 
Potete anche vedermi nell'immane sforzo di tenere sollevato un vassoio del caffè.


Qui si ride e scherza, ma parteciparvi è stata un'esperienza di un bello che non avete idea!

martedì 17 settembre 2013

Chi dei due è lo strano?

Parte di un dialogo che non sto a riportarvi per intero.

Un Tipo: Tu la sera cosa guardi in tv?
Io: A dire il vero non sono una gran amante della tv, non la guardo molto.
Un Tipo: Ah... ma quindi la sera dopo cena vai direttamente a letto?
Io: Beh, non necessariamente, se son particolarmente stanca sì altrimenti faccio altre cose.
Un Tipo: ...ah... cioè intendi faccende di casa, pulizie...?
Io: No, intendo altre cose per svagarmi, tipo leggere, passare il tempo con la famiglia, hobby vari...
Per tutta risposta il mio interlocutore mi guarda con la faccia allucinata di chi non concepisce l'esistenza di altre attività ricreative oltre il guardare la televisione.

Non so a voi, ma a me persone così un po' fanno paura. 

martedì 10 settembre 2013

The Fratellis - Seven Nights Seven Days (Alternate Version)


Primo singolo tratto dall'imminente nuovo album dei Fratellis! Disponibile anche in download gratuito sul loro sito ufficiale.
La versione non "alternate" e a colori esiste, ma non si può vedere perché "l'autore del caricamento non ha reso disponibile questo video nel tuo Paese". O almeno così mi riporta youtube.

Lyrics:

Oh my darlin’ I’ll go down and commute
Until one hundred souls
there’s a fire on the moon
I’ll be over the line, I’ll be under the spell
I’ll be the comeback king
on his way home from hell

Seven nights, seven days
Seven wishes that will bury this place
Another reason not to get out of bed

Show me the way brother,
give me a sign sister
I’m not the only one who’s waiting to be born
I see the day comin’,
I see the time runnin’ out
I see all of my dreams ragged and torn

Oh my darlin’ all my sympathy’s gone
And my sunsets are strange
my time’s gettin’ on
They’ll rip me to shreds like it’s never been seen
‘Cause I never convinced them that I meant what I mean

Seven nights, seven days
Seven wishes that will bury this place
Another reason not to get out of bed

Show me the way brother,
give me a sign sister
I’m not the only one who’s waiting to be born
I see the day comin’,
I see the time runnin’ out
I see all of my dreams ragged and torn
I see all of my dreams ragged and torn
I see all of my dreams ragged and torn

Seven nights, seven days
Seven wishes that will bury this place
Another reason not to get out of bed
Another reason not to, another reason not to,
another reason not to, another reason not to,
another reason not to get out of bed

Show me the way brother,
give me a sign sister
I’m not the only one who’s waiting to be born
I see the day comin’,
I see the time runnin’ out
I see all of my dreams ragged and torn
I see all of my dreams ragged and torn
I see all of my dreams ragged and torn
I see all of my dreams ragged and torn

mercoledì 28 agosto 2013

A casa. Per restarci.

Le vacanze sono ufficialmente finite e per un bel po' (diciamo fino alla prossima estate) non fuggirò tanto spesso in prossimità dei week end per andarmene al mare. O in qualsiasi altro posto, ma al mare mia nonna ha la casa, quindi è comodo e non costa. 
Sabato mi aspetta un matrimonio importante e fortunatamente non sarò ignuda, né scalza, né sprovvista di sacca per contenere oggetti/denaro/documenti, più comunemente detta borsa. Messa così non sembra poi chissà quale risultato, ma mi chi mi conosce sa la fatica che faccio a trovare abiti che siano della misura giusta in tutte le parti del corpo. Poi vabbè, odio comperare scarpe e borse e poi un po' sono anche difficile di mio, ad esempio non sopporto il buchino sulla punta delle scarpe, poi per forza di cose (si trovano solo così, moda maledetta) mi son vista costretta a comperarle ugualmente. 
Ad ogni modo passino le scarpe col buchino, ma mai e poi mai qualsiasi cosa fatta di stoffa trapuntata a rombi! 
Orrore!

mercoledì 14 agosto 2013

Si parte, si torna... e si parte nuovamente

Ciao belli, son tornata ieri per un'ulteriore scappatina a casa, oltre a quella della settimana scorsa, causa impegni lavorativi, ma al massimo fra un'oretta riparto per il ponte di Ferragosto. Avere una casa di famiglia al mare è decisamente comodo.
In questi giorni di vacanza, oltre all'aver fatto per l'appunto vacanza, mi sono anche capitati un paio di viaggi in treno (sappiate che adoro viaggiare in treno), mi son scorticata l'alluce destro sfrombolando malamente a terra, ho fatto una gita al Summer Jamboree a Senigallia zoppicando per via dell'alluce che vi ho detto, mi son comperata un costume celeste (!) ed uno con gli slip rosa porcello (!!), roba che se me l'avessero predetto sarei scoppiata a ridere e avrei preteso indietro i soldi dall'indovino, ho visto due film bellissimi ("Carnage" e "Scott Pilgrim vs the World", procurateveli mi raccomando) e fatto tanti bagni e giocato partite interminabili a Hotel con mia cugina.
I miei progetti per domani sono di trascorrere il ferragosto alzandomi presto e andando in spiaggia prima che venga invasa da orde di turisti (certo che partendo verso la mezzanotte e arrivando a destinazione alle due del mattino non so quanto avrò voglia di alzarmi presto). Per il resto della giornata eviterò la spiaggia affollata dedicandomi a varie attività ricreative nella tranquillità della dimora marittima, a parte l'ora della merenda che in spiaggia danno cocomero, sangria e nutella gratis, e a sera me ne vado a  mangiare le tagliatelle dalla nonna. 
Io torno lunedì mattina, ma non fatevi venire strane idee tipo svaligiarmi casa approfittando della mia assenza, che tanto a vigilare ci son altri componenti della famiglia, cani e soprattutto gatti.

domenica 4 agosto 2013

Aspettando l'autunno

Non è un post di lagne verso l'estate, nonostante tutto a me il caldo piace, o almeno, lo preferisco al freddo dell'inverno, ecco.
Quest'anno però ho un buon motivo per aspettare l'autunno: l'arrivo di un paio di dischi da gente amata.
Primo fra tutti l'ormai attesissimo album di Roger Taylor, che son quattro anni che ne annuncia e rimanda la pubblicazione, speriamo sia la volta buona! Ancora non ha una data precisa di pubblicazione, ma almeno ha un titolo.


E strizza l'occhio ai suoi fan, memori che il suo primo disco si chiama quasi uguale, salvo essere ambientato in una zona diversa.
I Fratellis invece si impegnano un po' di più e rilasciano il titolo, la data di pubblicazione e la tracklist in un colpo solo. E le date del tour UK, non ci è però dato sapere se ce ne sarà anche uno europeo e se nel caso venga considerata l'Italia e se nel caso la meta prescelta non sia, come la volta scorsa,  Milano.


Detto questo vi annuncio che mi prendo una settimana di semi ferie. Ora voi direte "bene, così avrà tempo di occuparsi del blog e postare tutto che ancora deve postare" e io invece vi rispondo "nisba" perché vado al mare dalla nonna e non avrò la connessione ad internet. A meno che il vicino del palazzo a fianco non lasci anche quest'anno il wi-fi aperto, ma tanto non avrò dietro con me il computer e soprattutto la voglia di usarlo.
Con questa vi saluto che dovevo partire dieci minuti fa e ancora non ho finito la valigia.
Vi lascio con la foto del fighissimo regalo che Brian May ha fatto a Roger per il suo compleanno.


martedì 16 luglio 2013

Out There - Concerto Paul McCartney 25 giugno 2013

E se tornassimo a tre martedì fa?
Perché tre martedì fa c'è stato il concerto di Paul McCartney, ve ne parlo solo ora in quanto solo ora ho avuto il tempo e soprattutto la calma di buttare giù due righe. Guardiamo al lato positivo, dopo tre settimane parte dell'esaltazione sarà scemata e non scriverò post come se fossi posseduta dall'anima di una quattordicenne esaltata (credo).
Iniziamo col dire che il concerto è stato spettacolare e obiettivamente migliore rispetto a quello tenutosi a Bologna nel 2011, ma io ragiono per canoni soggettivi e a Bologna ero in prima fila e soprattutto vedevo Paul per la prima volta, quindi ho preferito lo spettacolo di Bologna a quello di Verona. Però l'Arena è una location con i controcazzi e si sente da dio, su questo non ci piove. Anche se il giorno dello spettacolo un po' a piovuto, ma questa è un'altra cosa.
Ma partiamo con ordine.
Il martedì in questione la mia datrice di lavoro perfida e cattiva mi sorprende concedendomi il pomeriggio libero (forse perché, essendo lei una delle mie tante personalità, così facendo sarebbe anch'essa andata al concerto? E no, non soffro di schizofrenia, almeno credo...), permettendomi così di partire nel primo pomeriggio con i due genitori e la mia bella borsa carica di binocolo, macchina fotografica, roba da mangiare, roba da bere e last but particolarmente non least i biglietti dello spettacolo. Ma dimenticando il k-way.

La mia bella borsa agghindata per l'occasione
Giunti a Verona e lasciato che mio padre se ne andasse in giro per le sue faccende di lavoro (nella mia famiglia cerchiamo sempre di unire l'utile con il dilettevole) mia mamma ed io ci siamo fatte un giro per i vicoli intorno alle mura della città e siamo andate alla mia seconda meta: il negozio di accessori per la danza del ventre. Il negozio è meraviglioso e pieno di roba bellissima, ma come temevo anche caro, purtroppo gli accessori per la danza del ventre costano. A meno che non ci si voglia accontentare di paccottiglia cinese, tipo i nostri economici abiti da allieve che perdono pezzi spesso e volentieri. Se fossi stata ad ascoltare i consigli di mia mamma sarei uscita con mezzo negozio, per fortuna non mi ero dimenticata di non essere ricca e inoltre non accettavano carte di credito, così son riuscita a limitarmi a due pacchetti di bindi (gli ultimi) e ad una bellissima gonna di cotone di quelle ampie ampie, che però ho intenzione di usare nella vita di tutti i giorni e non per ballare. 
Toltomi questo sfizio dell'acquisto di veri bindi ci siamo avviate verso l'Arena. A 'sto punto, mannaggia la pupazza, ha cominciato a diluviare. Essendo di Bologna per me è inconcepibile che una città non abbia dei portici sotto cui ripararsi in caso di brutto tempo, forse è per questo che spesso dimentico l'ombrello. A differenza di Bologna a Verona se piove ti bagni così abbiamo aspettato mezz'ora sotto il ponteggio di un cantiere come due gatti, poi  la pioggia si è ridotta notevolmente e abbiamo ripreso il cammino.
All'Arena Paul già cantava, per quelle che erano le prove. In realtà erano non solo prove, ma anche un mini spettacolo per chi aveva abbastanza denaro per permettersi il biglietto con l'ingresso anticipato. Di certo non io che avevo a malapena i soldi per i biglietti più sdozzi, ovvero quelli per la gradinata non numerata.
Vogliamo entrare!
Verso mi pare le sette ci fanno entrare e, grazie ad una fortunata combinazione di scelta dell'ingresso e di quali rampe di scale percorrere, ci ritroviamo quasi di fronte al palco. Nella lontananza abbiamo comunque beccato alcuni dei posti migliori! E aveva perfino smesso di piovere, tutto perfetto insomma.
Io vedevo così. Tutto sommato è andata fatta bene!
Alle nove e mezza, con mezz'ora di ritardo (Paul birichino!), finalmente Lui si è presentato sul palco e si è potuto dar via a quello spettacolo di spettacolo!
Come sempre bravissimo, simpaticissimo, professionalissimo e soprattutto carichissimo, ha dato prova di un'energia che non ti aspetteresti minimamente da un settantunenne. Tanto che ci è venuto il dubbio che abbia ripreso a farsi della stessa roba di cui si faceva ad Amburgo.
Questa volta, a differenza di Bologna, ha fatto più canzoni a me sconosciute, ma non sono mancate le classiche e ovviamente un bel malloppo di brani tratti dal repertorio dei Beatles. In fin dei conti la sua carriera con i Beatles è il motivo per cui molti (me compresa) erano lì. Non necessariamente tutti però, nella fila davanti a me c'erano tre donne abbastanza composte durante il resto dello spettacolo che però smaniavano di brutto quando attaccava con le canzoni dei Wings.

Toh, ci sono anche Natalie Portman e Johnny Depp
Io, come al solito, momenti di magone assurdo, manco avessi ancora quattordici anni, in particolare durante All My Loving e Lovely Rita (ha fatto Lovely Rita! ha fatto Lovely Rita! Gioia infinita). 
Il concerto è stato molto bello ed emozionante, su questo non si discute, ma devo ammettere che la lontananza dal palco e l'essere seduti un pochino ha limitato il mio coinvolgimento emotivo allo spettacolo. Insomma, stare sotto il palco a ballare e saltare è tutta un'altra cosa. Vuoi forse per questa situazione di "più calma" mi son ritrovata ad usare molto più del solito la macchina fotografica. Inoltre lo zoom mi aiutava a vedere meglio. Quindi 'sta volta abbondanza di foto e video, uno ve l'ho già fatto vedere alcuni post fa, gli altri sono solo alcuni secondi qua è là di varie canzoni, un giorno ne farò un collage e lo posterò su youtube.
Questa la scaletta dello spettacolo:

Eight Days a Week 
Junior’s Farm
All My Loving
Listen to What the Man Said
Let Me Roll It
Paperback Writer
My Valentine
Nineteen Hundred and Eighty-Five
The Long and Winding Road
Maybe I’m Amazed
I’ve Just Seen a Face
We Can Work It Out
Another Day
And I Love Her
Blackbird
Here Today
Your Mother Should Know
Lady Madonna
All Together Now
Lovely Rita
Mrs. Vandebilt
Eleanor Rigby
Being for the Benefit of Mr. Kite!
Something
Ob-La-Di, Ob-La-Da
Band on the Run
Back in the U.S.S.R.
Let It Be
Live and Let Die
Hey Jude

Bis:
Day Tripper
Hi, Hi, Hi
Get Back

secondo bis:
Yesterday
Helter Skelter (Con l'intro di "Nel blu dipinto di blu")
Golden Slumbers / Carry That Weight/The End (un giorno a sorpresa farà anche Her Majestic, me lo sento)

I due tizi di fianco a me se ne sono andati prima del primo bis per evitare la ressa all'uscita, stolti!
Finito lo spettacolo mia mamma si è pentita ancora di più di non essere venuta al concerto di Bologna, mentre mio padre ha commentato con un laconico "bello" che, tradotto nella lingua comune, significa "omgcheconcertobellissimissimoquand'èchenefaunaltroporcavaccaèstratostrabiliante!" esprimendo però anche un piccolo disappunto per la mancanza di Michelle nella scaletta.
Io invece dopo lo spettacolo, girovagando per l'Arena, ho incontrato Daniela che come era euforica ed ebbra di emozioni. Ci siamo fatte una foto insieme (che però solo gli amici di facebook possono vedere, gne gne gne!) e ci siamo riproposte di farne una con Paul la prossima volta che viene. 








Ah, un consiglio, se doveste mai andare all'arena di Verona non sedetevi nella tribuna non numerata senza esservi prima muniti di qualche cosa di morbido su cui sedervi. In genere dai concerti esco con le gambe doloranti e a volte con il mal di schiena per essermi allungata troppo, questa volta no, solo un gran male alle chiappe.

giovedì 11 luglio 2013

Roger Taylor è sulla buona strada per diventare il corrispettivo musicale di George R.R. Martin

Brian May fa da messaggero e su twitter recapita questa notizia qui: 
Possiamo prenderla come data definitiva quindi? O ci tirerà un bidone un'altra volta?
Già nel 2009 si parlava di un nuovo album, ogni tanto in qualche intervista confermava di starci lavorando, poi ci aveva detto "verrà pubblicato entro il 2012" e poi ancora "lo avrete nei primi mesi del 2013", ora come minimo per farsi perdonare il ritardo Roger dovrà fare un tour ricco di date, eh!

venerdì 28 giugno 2013

And I Love Her

In attesa di finir di scrivere il resoconto vi lascio un video di Paul che si esibisce con "And I Love Her", video che ho fatto personalmente (e infatti si nota la mano tremolante)  al concerto l'altra sera.

mercoledì 26 giugno 2013

Post per avvisarvi che scriverò dei post

Ovvero il post più inutile della storia.
Uno i post dovrebbe scriverli e basta, peccato però non abbia esattamente il tempo per mettermi lì con calma e farlo, ma non mi piace nemmeno lasciare il blog senza aggiornamenti per settimane come se non avessi nulla da raccontare e poi improvvisamente mettermi a ciarlare di cose accadutemi secoli prima che non capisci perché non ne abbia scritto subito o per lo meno poco dopo.
Quindi sappiate che se non scrivo nulla non è perché non abbia nulla da dire, ma perché non ho il tempo di farlo. Cose interessanti me ne sono accadute, ad esempio ieri sono stata al concerto di Paul McCartney (aspettatevi quindi il solito post osceno in cui deliro come una dodicenne), abbiamo fatto il primo spettacolo estivo alla notte bianca di via Andrea Costa (seguirà resoconto della serata con annessa figura da pirla in diretta tv), ci son state passate le prime foto del saggio (sì, vi farò vedere qualche cosa) e poi ho una serie di post ammucchiati nelle bozze da completare, che vanno dall'ultima puntata di Game of Thrones a persone/vicende strane di cui sono stata testimone, passando per film, libri e roba varia di cui volevo parlare e/o consigliare.
Pian piano provvederò a tutto questo o quasi. 'Sta sera no però perché sono stanca morta e potrei crollare addormentata sulla tastiera da un momento all'altro.
E sì, lo so, devo ancora postare il tradizionale post sull'ArteFiera che vi avevo promesso a gennaio. Come se non bastasse devo anche rispondere ad una scarrellata di mail.

venerdì 21 giugno 2013

Swedish Midsummer

Interessante video riguardo le usanze svedesi sulla giornata di mezz'estate.



Sembrano divertirsi parecchio. E poi con tutti quei laghi e panorami svedesi che si vedono nel filmato mi vien voglia di essere là. Aggiungiamo quindi la Svezia all'elenco dei paesi da visitare, a far compagnia a Finlandia, Norvegia, Scozia, Cornovaglia e Gran Bretagna in generale. E New York, che non avrà molto in comune con i precedenti, ma mi sconfinfera parecchio lo stesso.
Vista però la cronica assenza di dinero non è da escludersi che tutti questi potenziali viaggi rimangano semplicemente relegati alla fantasia :(

In attesa di riuscire a compiere un viaggio in uno dei paese sopracitati 'sta sera festeggio la giornata di mezz' estate andando ad una per metà festa di mezz'estate e per metà festa di compleanno a cui sono stata invitata. Non sono mica una che va alle feste di straforo, io! Insomma,  non sono così audace, ecco.
Si mangerà e si ballerà, e io potrò finalmente farmi insegnare qualche passo di danza popolare dalla mia maestra di fiducia. La settimana scorsa sono stata ad una mazurka notturna al parco senza aver mai ballato prima, tempo di capire come e dove muovere il corpo la musica era già bella che conclusa. La mancanza di esperienza era però compensata dell'entusiasmo.

domenica 9 giugno 2013

The Rains of Castamere

Ed ecco l'episodio che tutti i lettori aspettavano con ansia e angoscia.
È risaputo che in queste osservazioni ci ficco gli spoiler, ma questa volta ce ne ficco più del solito. Comunque sareste scemi ad andare a leggere pareri ed osservazioni senza aver prima visto l'episodio. Oppure non ve ne frega nulla di essere spoilerati e quindi va bene così.
  • Ve' come ci gode Catelyn ad essere consultata! Comunque io consigli tattici da Cat non li prenderei, è quella che ha avuto la bella idea di mettere in catene Tyrion facendo scatenare questo bordello di guerra.
  • Finalmente Grey Wind, non lo vedevo da tempo immemore, così come tutti gli altri metalupi.
  • Robb televisivo continua ad essere decisamente più stupido di quello cartaceo che almeno aveva il buon senso di lasciare la moglie a casa anzichè sbandierarla davanti ai Frey.
  • Come dare torto a Walder Frey! Soprattutto in una società dove il matrimonio per amore era un concetto abbastanza sconosciuto.
  • Oh, scusate, ma a me Daario pare proprio brutto!
  • Frase cool di Daario e Jorah sembra abbastanza avvilito per non averla detta lui.
  • Ahah, non era Sam quello che nella prima stagione diceva di aver sempre desiderato essere un "wizard"?
  • Rispetto al libro mi pare che Arya sia ancora un botto indietro con gli ammazzamenti, qui a parte il ragazzo delle stalle chi ha ucciso?
  • Come fa Arya a sapere dell'incidente del braciere? Non era una cosa conosciuta solo da Sansa? O forse nella serie era una cosa risaputa, magari mi confondo.
  • Povera Ygritte, pare esserci rimasta piuttosto male. 
  • Non ci crederete, ma mi è piaciuta la parte di Jon e soprattutto mi è piaciuto lui o_O
  • Il pesce nero sembra abbastanza annoiato e in effetti a parte la storyline intrecciata di Bran e Jon non è che sia successo molto finora. Oh, ma la puntata avrà modo di movimentarsi!
  • Apperò, chi se l'aspettava tutta questa loquacità da parte di Rickon! Si va dagli Umber e non a Skagos quindi? Però non è che da qui in avanti la serie mi spoilera i libri non ancora usciti facendomi vedere le mirabolanti avventure di Osha e Rickon?!
  • Momento di panico, ma ci toccherà vedere Bran e company fare campeggio per le prossime due stagioni? O ci aggiungono qualche cosa di inventato (come la faccenda dei draghi rapiti nella seconda stagione) o moriamo tutti di noia!
  • Povero Jorah, torna vittorioso ricoperto di sangue non suo e lei gli chiede di Daario.
  • Uddio, son cominciati i festeggiamenti alle nozze, comincia a salirmi l'ansia.
  • Walda la grassa! Però prima non ce l'hanno mica fatta vedere.
  • Mai pisciata fu più provvidenziale! Che poi, proprio contro un albero, alle Twins non hanno una misera latrina? Certo che Brynden è stato annoiato per tutto il tempo e quando va al cesso la festa comincia ad animarsi, è il Vincent Vega di Westeros.
  • Edmure pare proprio lo scemo del villagio, ma mette così tenerezza che non può non star simpatico.
  • Robb, ma che cazzo di domanda è?! Praticamente è come se foste nel medioevo, come diavolo potrebbe mai sapere se è un maschio o una femmina???
  • Il bambino non è già abbastanza sfigato di suo in quanto Stark, lo devono pure chiamare Eddard, gliela tirano proprio addosso.
  • Le porte, hanno chiuso le porte, hanno cominciato a suonare, il momento è giunto! Aiuto, non sono pronta!
  • Sandor, non gliene frega un piffero sei hai gli zamponi, mica stanno festeggiando il capodanno!
  • Ed ecco che inizia il red wedding… fazzoletti alla mano.
  • Credevo me ne sarei uscita con frasi del genere "muore Talisa ed ecco che il Red Wedding diventa improvvisamente più piacevole" e invece da come hanno reso la sua morte mi dispiace pure per lei. Bravi sceneggiatori, avrete forse paciugato parecchio con la sua storia e il suo atteggiamento troppo moderno, ma almeno l'avete fatta uscire di scena in modo dignitoso. Però qui mi spoilerate pure i libri futuri, con la morte di Talisa devo quindi dedurre che la sua controparte cartacea Jeyne non avrà più la minima rilevanza?
  • Arya era praticamente a un passo dal riunirsi con la famiglia e tutto le viene tragicamente strappato via, è la cosa che ho sempre trovato più dolorosa del Red Wedding.
  • La morte di Grey Wind è da lacrimoni.
  • Mado', che bagno di sangue.
  • Nel libro era davvero struggente come Catelyn urlasse e dal dolore si graffiasse il viso con le unghie, però non mi dispiace come lo hanno reso qui: quel lungo silenzio di rassegnazione e poi l'espressione di sollievo quando infine uccidono anche lei. Pare proprio che nella sua mente scorra il flusso di pensieri con cui si concludeva il suo pov nel libro.

Evento traumatico, così come a suo tempo fu traumatico leggerlo, e dire che né Robb né Catelyn sono mai stati nella rosa dei miei personaggi preferiti. Pare strano, ma i miei personaggi preferiti delle Cronache sono ancora tutti in vita o_O
Leggo di non lettori letteralmente sconvolti da questa piega degli eventi e li capisco, posso però dirvi che il prossimo matrimonio sarà più piacevole. Dovrebbe esservi un pasticcio di piccioni buonissimo, per non parlare del vino poi, decisamente squisito!
Anche il resto della puntata non è male, giusto un po' lentina in certe storyline, soprattutto in quella di Sam dove non succede praticamente nulla e in quella di Daenerys perché lei come personaggio mi annoia.
E così siamo giunti all'ultimo episodio (di già?!), nel prossimo mi aspetto di vedere
un certo "collage" e mi piacerebbe poter già assistere anche al terzo matrimonio, ma purtroppo siamo ancora troppo indietro con la narrazione. Immagino però facciano arrivare Jaime a King's Landing prima del previsto, altrimenti va a finire che quello vaga senza scopo per troppe puntate.
Azzardo una previsione: per me la stagione si conclude con Lady Stoneheart. O al limite con Daenerys, ma Lady Stoneheart ci starebbe troppo bene!

Leggo in giro i commenti dei lettori e vedo che molti di loro non sono soddisfatti di come han reso il Red Wedding. Mah, a parte la questione di gusti, leggo critiche che più che altro mi sembrano pignolerie belle e buone: Roslin doveva piangere, e Catelyn anzichè la signora Frey doveva uccidere il nipote ritardato, Grey Wind poi prima di morire trucidava degli uomini, ma come, Catelyn non si deturpa il viso, sacrilegio! 
Questi son dettagli, capisco che a tutti piacerebbe vedere le proprie scene preferite e dispiaccia quando eliminano parti che a te piacevano un sacco (a me per esempio è mancata tantissimo la pesca di Renly nella seconda stagione), ma non è da queste cose che dipende la buona riuscita o meno della trasposizione. 
A mio parere quello che è importante è che mantengano lo spirito del libro, poi dal momento che stiamo parlando di due media diversi ovvio che alcune cose vadano cambiate, non tutto quello che funziona sulla carta funziona altrettanto bene sullo schermo. Hanno fatto di certo alcune scelte discutibili in alcune parti, ma da qui a sostenere che la trasposizione faccia schifo ce ne vuole!

giovedì 6 giugno 2013

Saggio 2013

Anche il saggio di quest'anno è andato! Ed è pure andato bene, cosa chiedere di più?
Già durante le prove eravamo sincronizzate e nei posti giusti, e questo in realtà ci preoccupava un pochino, da come è usanza più il balletto vien schifoso alle prove del pomeriggio più riesce bene nello spettacolo, ma quest'anno pare non sia stato così, stando ai commenti post spettacolo del pubblico (video ancora non ho avuto modo di vederne) abbiamo ballato bene e tutte insieme.


Prima dello spettacolo, come ormai è tradizione, aperitivo a base di spritz e salatini al locale a fianco, poi nei camerini abbiamo trovato vodka e pasticcini portati da qualcuna degli altri corsi, personalmente non ho toccato nulla perché un pochino di agitazione cominciava a venirmi. Però devo dire che rispetto agli altri anni, e soprattutto rispetto al primo, l'ansia era davvero poca! Dopo "L'italiana in Algeri" ( con angoscia pre-generale annessa) uno spettacolo davanti a parenti e amici sembra niente! Una volta sul palco poi è addirittura sparita, sarà un po' perché noi verdi entravamo in scena dopo un minuto buono dall'inizio del balletto e un po' perché al solito al teatro il pubblico praticamente non si vede. Ne riparliamo dopo gli spettacoli in piazza dove del pubblico vediamo il bianco degli occhi come va la gestione dell'ansia!
Anche il mini balletto finale ai piedi del palco prima si salirvi per i saluti finali mi pare sia venuto bene, giusto avevamo un fotografo letteralmente in mezzo ai piedi, ma a parte noi nessuno sembra essersene accorto.
Come ogni spettacolo che si rispetti non son mancati piccoli imprevisti e incidenti, utili a farti apprezzare di più le cose riuscite. Tizia ha avuto il piacere di veder nascere e crescere un bubbone sul piede, il mio di piede invece è stato trafitto da una scheggia delle dimensioni di uno stuzzicadenti, di cui me ne son resa solo a balletto ultimato. Una volta a casa sotto i piedi ho trovato, oltre lo sporco, anche una sbucciatura che non so quando mi son fatta e un bindi rosso che ho messo da parte per quando avremo finalmente l'abito di quel colore. Un'altra delle ragazze ha però rischiato l'incidente più serio, quello che, insieme alla caduta dal palco, tutte temiamo di più: lo sgancio del reggiseno. Per fortuna è avvenuto pochi secondi prima di salire in scena e non mentre stavamo ballando, per cui niente di grave a conti fatti.
Finito il nostro pezzo mi sono infine concessa un paio di bicchierini di vodka e un pasticcino, quei poverini giacevano lì abbandonati nel loro vassoio con aria così triste e sconsolata che non ho potuto non prendermi cura di uno di loro.
Per la cronaca, il brano del nostro pezzo è questo.



domenica 2 giugno 2013

Second Sons

Per una volta posto le inutili considerazioni prima della messa in onda dell'episodio successivo… giusto perché c'è stata di mezzo una settimana in più del solito!
Finalmente abbiamo assistito al primo matrimonio, e in quanto a matrimoni questo è niente, aspettate di vedere gli altri!
  • Breve scena tra Arya e il mastino, ma efficace ed esauriente.
  • Prima Joffrey, poi Sansa, ora Arya… in pratica Sandor è la tata di Westeros.
  • Quello sarebbe Daario?! Ma sembra la Bestia Disney dopo la trasformazione in principe! E come tutti sanno e convengono la Bestia era più bella da bestia che da principe U_U Però, stando ai commenti  che leggo in giro, fisicamente parlando Daario sembra piacere a tutte le donzelle, è solo a me che il uso aspetto non garba dunque. Non che mi aspettassi sul serio la barba azzurra a tre punte, sarebbe apparso più ridicolo che altro (soprattutto visto che hanno deciso di ignorare del tutto la bizzarria estetica degli abitanti di Essos), ma dato che nei libri ha un aspetto alquanto "piratesco" me lo immaginavo stile vagamente Jack Sparrow.
    Come sarebbe dovuto essere Daario
  • Oh no, Dany parte con la tiritera "I am only a young girl and know little of the ways of war" nei libri fa venire l'esaurimento con 'sta frase.
  • Che caruccio Davos che impara a leggere. Però io voglio rivedere Shireen!
  • Tanto amore per Sansa, Martin sembra essere particolarmente accanito con lei.
  • Ahahah, memorabile espressione di puro schifo sul volto di Cersei quando Margaery le dice "dovremmo essere amiche"!
  • Che suocera amabile, Cersei! Certo, un po' troppo esplicita con le minacce.
  • Vedo che hanno fatto inginocchiare Sansa… ma alla fine non stona, del resto la Sansa cartacea apprendeva di dover sposare Tyrion circa due minuti prima del matrimonio stesso e per poco non vi veniva trascinata con la forza, qui ha avuto il tempo per rassegnarsi alla cosa. Inoltre nel libro la scena è descritta attraverso gli occhi e i pensieri di Sansa, qui dei suoi pensieri non sappiamo una mazza se non si inginocchiava più che un rifiuto a sottomettersi ai Lannister e al ribadire la sua contrarietà al matrimonio sembrava solo un dispetto nei confronti di Tyrion.
  • Improvvisamente i produttori si accorgono che in quetsa stagione ci sono meno scene di sesso che nelle precedenti e rimediano ficcandoci un immotivato amplesso tra Melisandre e Gendry. Perché?
  • Oh, ecco le sanguisughe, io però resto dell'idea che usare i feti non sarebbe stato male. Però mi devono spiegare che bisogno c'era di legare Gendry come un salame! E anche lui, quante storie inutili fa, l'uso delle sanguisughe per togliere sangue non era una cosa inusuale in tempi come i loro.
  • Uh, hanno nominato Balon, ma allora esiste e soprattutto si ricordano di lui!
  • Ehm, i discorsi di Lady Olenna sulle parentele mi hanno confuso non poco!
  • Povero Loras, cercava solo di essere simpatico.
  • Questi corvi fanno molto Gli Uccelli di Hitchcock.
  • Ecco Sam il Distruttore! Però se nessuno l'ha visto "distruggere" l'estraneo come faranno a soprannominarlo così?
  • Capisco tu non sappia che è l'ossidiana a essere letale per gli estranei, ma era anche l'unica cosa più simile ad un'arma che avevi, perché l'abbandoni lì?!

Puntata molto bella, il matrimonio è stato reso in modo più che soddisacente e recitato ottimamente da tutti gli attori coinvolti. Delusa da Daario, ma tanto già di partenza non è un personaggio che mi fa impazzire.
E così siamo arrivati al tanto atteso episodio numero nove. Nel nono episodio della prima stagione abbiamo avuto la decapitazione di Ned, nel nono della scorsa la bellissima battaglia delle Acque Nere e anche in quello di quest'anno ci sarà un evento non meno memorabile.
Brace yourself, the RW is coming!

Edmure, cazzo ridi?
Tanto per la cronaca, io lunedì sera ho il saggio di danza, martedì forse me ne vado finalmente a vedere il Grande Gatsby e mercoledì è il compleanno di mamma, in pratica non dovrei riuscire a vedere il nuovo episodio prima di giovedì :S

sabato 1 giugno 2013

Un saggio promemoria

Lunedì è il gran giorno, la sera andiamo in scena con il saggio. Nel senso che ci esibiamo nello spettacolo di fine anno, non che balliamo in compagnia di un vecchietto barbuto dispensatore di perle di saggezza*.
Per prepararmi degnamente all'evento ci sono una manciata di cose che domani, detta anche domenica, conosciuta anche come "l'unico giorno in cui sono a casa ed ho tempo", devo fare:
  • Ripassare il balletto. E di conseguenza farmi venire i dubbi amletici su alcuni passi.
  • Sistemare meglio i ganci della cintura e fissare in qualche modo la gonna. Son tappa e la devo arrotolare di venti chilometri, peccato durante il ballo mi si srotoli sul sedere e di conseguenza mi ritrovo con uno strascico bastardo su cui mi inciampo quando vado all'indietro.
  • Pulire i bracciali che durante l'inverno si sono ossidati assumendo così un aspetto piuttosto orrido.
  • Evitare di pulire cavigliere e anelli per piedi, tanto non li indosserò, durante il turkish drop mi distruggo già abbastanza gli arti inferiori senza il bisogno di aggiungerci monili.
  • Esercitarmi nel turkish drop. In realtà non mi viene proprio malaccio, ma potrebbe venir meglio.
  • Ricordarmi che prima del saggio devo ricordarmi di fare qualche allungamento, altrimenti mi vengono i crampi ai piedi e non posso certo mettermi a massaggiarli nel bel mezzo del balletto.
  • Fare una prova trucco. Ripensandoci anche no, alla fine cambiano i colori, ma lo stile è sempre quello, fare una prova è in fin dei conti inutile. E fu così che mi ritrovai truccata come un clown cieco.
  • Rintracciare i brillantini da unghie per utilizzarli come bindi. In realtà avevo trovato un negozietto in centro che vendeva proprio i bindi, ma è sparito misteriosamente. Probabilmente compare alla vista solo in determinate condizioni, tipo solo nei pomeriggi di luna calante dopo la seconda domenica del mese. Che abbia semplicemente chiuso è un'ipotesi troppo plausibile per la mia mente.
  • Fare l'henné. O forse no. In realtà dovrei farlo a prescindere prima che tornino le doppie punte, ma sinceramente non ne ho la minima voglia. 
  • Esercitarmi nelle rotazioni di bacino. Ahahah, non è vero, le rotazioni di bacino sono il mio passo forte e me ne vanterò fino a quando una ballerina invidiosa non mi spaccherà le anche. Data la mia simpatia lunedì sera meriterei di scazzare proprio le rotazioni di bacino, così imparo.
In mezzo a tutte queste cose spero anche di trovare il tempo per riposarmi e continuare la visione di Downton Abbey, l'ho iniziato un paio di settimane fa e mi sta intrippando di brutto. 
E magari fare anche una danza dell'estate, più che maggio mi sembra sia finito ottobre. Ieri sera abbiamo accolto giugno sorseggiando vin brulé!



*Si sa,  nell'immaginario il saggio è sempre anziano e dotato di lunga barba, vedi ad esempio Silente, Gandalf, mago Merlino, Babbo Natale. 

sabato 25 maggio 2013

Playing the Violin at Night

Sognare (onirologicamente parlando) di eseguire Un'Avventura in un duetto con Michael Caine. 
Questo mi ha propinato il mio inconscio alle prime luci dell'alba. Orario in cui, stando a quello che mi ha insegnato Dante, i sogni sono profetici. Però Michael Caine era di circa vent'anni più giovane di quello che sarebbe dovuto essere, quindi tra le altre cose il sogno profetizza anche un viaggio nel tempo.
La cosa più strampalata di tutte però era che io suonassi il violino.

Siccome non ho trovato immagini di Michael Caine che suona il violino vi metto questa che è epica uguale

mercoledì 22 maggio 2013

The Bear and the Maiden Fair

Una delle puntate da me più attese e devo dire che le aspettative non sono state tradite. 

  • Mi è stato spiegato chi è Orell, ma qui devono averlo unito al personaggio di un altro skinchanger di cui non ricordo più il nome.
  • Della serie ce ne frega nulla dei timori di Catelyn.
  • In effetti Talisa è sempre dietro a scrivere lettere, che non abbiano ragione i sostenitori della teoria "Talisa è una spia"? o_O
  • Pare che Talisa sia incinta, o vogliono solo aggiungere bastardaggine (del resto l'episodio è stato scritto da Martin in persona, ci può anche stare) o è una scusa per rimandarla a Riverrun e ricollegarla così alla storyline dei libri. In effetti anche il pesce nero dovrebbe tornare a Riverrun, se mi va al matrimonio di Edmure poi non mi può fare certe cose e soprattutto non avrebbe nemmeno avuto senso presentarlo come personaggio.
  • Un po' di educazione sessuale da parte di Tormund per Jon, che è risaputo non sapere niente.
  • C'è da dire che Tyrion nella serie è molto più di bell'aspetto e anche un filino più amabile che nei libri.
  • Già… sua madre…
  • Ho il timore che Bronn faccia una brutta fine. Non lo possono mandare a sposare Lollys perchè Lollys non c'è, non avrebbe praticamente più un tubo da fare, è molto più simpatico e di conseguenza più amato dai fan che la sua controparte cartacea, una fine gloriosa è la conseguenza più logica.
  • Una volta che Joffrey aveva avuto un'idea un minimo sensata nessuno se lo caga.
  • Bella tutta la scena nonno/nipote, entrambi bravissimi attori!
  • Daenerys paladina degli schiavi mi sta ancora più sulle scatole della Daenerys urlatrice della scorsa stagione.
  • La politica di Daenerys in pratica è andare di città in città, affermare "questa città è mia" e se gli abitanti non dovessero essere d'accordo radere tutto al suolo. Una grande regina, non c'è che dire.
  • L'inevitabile scenata di Shae. Magari questo la porterà a comportarsi come nel libro. Bello che nel libro Tyrion era amareggiato proprio perché Shae non mostrava la minima gelosia. Qui comunque è odiosa, un minimo di comprensione, dai!
  • Martin burlone che strizza l'occhio ai lettori inserendo piccoli foreshadow nei dialoghi.
  • Che cazzo di giro stan facendo Melly e Gendry?! Dragonstone è ben più a nord di King's Landing! A meno che non stiano andando a Storm's End (ma non vedo perché), ma lo stesso non si capisce perché si siano addentrati nella baia del Blackwater… giro turistico per Gendry?
  • Figlio di Robert o meno Gendry resta comunque un bastardo, non è stato riconosciuto.
  • Restituire le ragazze Stark alla madre… detta così a Jaime sembrerà una bazzeccola.
  • Ramsay è perfetto. E l'aggiunta della vuvuzela ci sta benissimo. Perché alla fine è Ramsey, no? Non gli avranno dato un nome e origini assurde come hanno fatto con Talisa, vero?
  • *Guardando un mulino* "cos'è un palazzo?" Chi è ora che non sa nulla, Ygritte?
  • A bear there was a bear a bear! All black and brown and covered with hair!
  • Bella, bella, bella la scena dell'orso!
  • Ma che fine ha fatto Lord Balon? Perché nessuno lo considera? 

Nel prossimo episodio intitolato "Second Sons" (che molti ormai avran già visto) finalmente vedremo il primo dei quattro matrimoni narrati nel terzo libro. Forse non sarà memorabile come i matrimoni numero due e tre (anzi, non lo è di certo!),  ma non è nemmeno da buttar via. 


lunedì 13 maggio 2013

The Climb

Puntata carina, non ai livelli delle due precedenti, ma ogni tanto serve anche qualche episodio di transizione.
Le parti della scalata della barriera non le ho trovate particolarmente avvincenti, ma forse è solo perché sapevo già come sarebbe andata a finire.
  • Non so se l'ho già detto l'anno scorso, ma Gilly è proprio come l'avevo immaginata.
  • Momento di bisticci tra Osha e Meera, credo per delineare un po' il prersonaggio di Meera che ancora non ha fatto molto. Certo che la storyline di Bran non sta procedendo granché… ah già è vero, anche nel libro è così!
  • Lunga scena con e su Jon, per la gioia dei suoi fan e quindi non per la mia.
  • Melisandre al campo della fratellanza senza vessilli, ecco una cosa davvero nuova anche per noi lettori!
  • Gendry viene portato via da Melisandre, come si sospettava probabilmente andrà a prendere il posto dell'assente Edric Storm. Anche perché da questo punto in poi il personaggio di Gendry non faceva più un tubo e praticamente spariva dalla narrazione. Non spiegano come facesse Melly a sapere che fosse figlio di re Robert, immagino lo abbia visto nelle fiamme (anche se mi par di ricordare che Melly fosse un po' una schiappa a vedere le cose nel fuoco).
  • Il discorso di Thoros suona vagamente come la filastrocca di Little John: "il pedaggio è il pedaggio e il formaggio è il formaggio, e se nessuno ci paga il pedaggio nessuno ci vende il formaggio".
  • Ehi, ehi, fermi tutti, cosa vuol dire "ci incontreremo ancora"?! Melisandre ed Arya nei libri mai si sono incontrate, significa che la serie sta cominciando a spoilerare i libri futuri? Gradirei di no!
  • Ma dai, gli suona in faccia la vuvuzela, Ramsay è ancora più stronzo che nei libri!
  • Dai Theon, non è difficile, sei legato su di una struttura a "x" e in pratica ti stanno lentamente "scuoiando"… non sei stato attento alle lezioni di araldica di maestro Luwin?
  • I cappellini dei Frey son sempre una gioia per gli occhi.
  • Edmure sembra lo scemo del villaggio.
  • Perché se la prendono con Edmure come se la colpa di tutto fosse sua? È Robb quello che ha incasinato tutto!
  • E in questa puntata Lady Olenna se la vede con Tywin, gli scontri verbali della regina di spine diventano via via sempre più epici.
  • Secondo me hanno incasinato un po' le cose rendendo Loras erede di Altogiardino. A meno che Martin non abbia in serbo progetti di morte per Willas e Garlan e gli autori della serie ne siano al corrente.
  • Discorsi di moda tra Sansa e Loras, a parte tutto questi due secondo me se la intenderebbero alla grande.
  • Uhm, in questa scena Cersei e Tyrion sono un po' troppo amiconi.
  • Ad ogni modo alla fine non c'era poi bisogno di una spia per venire a conoscenza del matrimonio tra Sansa e Loras, non è che lo stiano tenendo propriamente segreto!
  • I sarti di Altogiardino saranno anche migliori, il problema sono gli stilisti!
  • Anche Shae è un'altra che mangia volpe a colazione.
  • No, ma io lo volevo vedere Tyrion dare la "buona" notizia a Sansa di fronte a Shae!
  • La Lysa Arryn of chair, muoio! XD
  • Oh, finalmente ci siamo cavati Ros dalle scatole e con lei anche quella terrificante teoria che la voleva nel ruolo che nei libri è di Jeyne Poole. Che poi, Jeyne Poole non s'è mai vista, come faranno a sostituirla? Staremo a vedere.
  • Bellissimo il discorso di Petyr sul caos..
  • Uddio, stucchevolissima la scena finale sulla cima della barriera :S
  • Una domanda: ma il cugino Lancel che fine ha fatto?
Il prossimo episodio è uno di quelli che attendo di più (oltre a quelli "matrimoniali", si intende), del resto è intitolato "The Bear and the Maiden Fair" ed è stato sceneggiato da Martin in persona. Che però farebbe meglio a lasciare ad altri la stesura delle sceneggiature e concentrarsi sul sesto libro!