venerdì 8 giugno 2012

Post vagamente splatter

Avevo dimenticato quanto fosse, scomodo, sgradevole, fastidioso e schifoso usare gli assorbenti!
Oggi il ciclo mi ha presa di sorpresa mentre ero fuori casa senza che avessi con me la coppetta (se l'avessi avuta non sarei stata colta di sorpresa del resto), costringendomi così a ripiegare sui vecchi, mai rimpianti assorbenti.
E' stata letteralmente una tortura! Nessuna libertà di movimento, il fastidio di tenersi tutto il giorno 'sto coso scomodo e disgustosamente appiccicsticcio e non parliamo poi del cambio! La prossima che commenta con un "che schifo" l'atto di vuotare la coppetta nel gabinetto merita uno sputo in un'occhio! Perché, togliersi dalle mutande un robo zuppo di sangue rappreso e ossidato è una cosa bella a vedersi? E' mille volte più disgustoso, ve lo posso assicurare.
Non sapete con che gioia mi sono riunita con la mia adorata coppetta quando son tornata a casa la sera. Finalmente asciutta e pulita, nessun assorbente scomodo sulle mutande, libera di stravaccarmi dove mi pare e in qualsiasi posizione senza il timore di macchiarmi. Un grazie infinito alla signora Leona Chalmers per aver inventato questa meraviglia *_*

La prima coppetta mestruale, dal nome di Tass-ette
Mi rendo conto ora che non ho poi mai scritto il dettagliato post sulla mia esperienza da incoppettata che avevo promesso. Molto probabilmente non ve ne fregherà nulla, ma potrebbe sempre tornare utile a qualche neofita della coppetta, per cui vedrò di rimediare :)

2 commenti:

Tizia ha detto...

Il manifesto è fantastico! E se gli assorbenti esterni sono una tortura adesso, che li fanno anatomici, ergonomici, microscopici, figuriamoci ai tempi di Leona. Ora attendiamo un'altra grande donna che risolva il problema depilazione :D

Mary ha detto...

Basterebbe che diventi di moda essere pelose, così non ci sarebbe più il bisogno di depilarsi :P