giovedì 16 febbraio 2012

Brutta, ma buona

Come da promessa ecco la ricetta della Brutta, ma buona conosciuta anche come dolce di cioccolato e ricotta
Detta anche torta della Silvia, dal nome della prima che ha cominciato a divulgarne la ricetta (o almeno credo). Non ho proprio idea di chi sia questa Silvia, forse l'amica di un'amica della sorella di un'amica della cognata di qualche conoscenza di famiglia. Insomma, non ho idea di chi sia il creatore della ricetta (che ha inoltre subito modifiche durante qualche passaggio), ma a lui/lei va tutto il merito. 
Come si evince dal nome è un dolce molto buono, particolarmente cioccolatoso e appiccicoso, ma non molto dotato dal punto di vista estetico: durante la cottura si viene a formare sulla superficie una crosta che al primo colpo di coltello va letteralmente in frantumi. Sempre non si sia già rotta precedentemente durante le operazioni di estrazione dallo stampo. Posizionare un foglio di alluminio sulla superficie durante la cottura può aiutare a limitarne la formazione, ma non sempre funziona e soprattutto è un peccato privare la torta della sua caratteristica crosta, essendo questa molto gustosa da mangiare. 
Non sarà quindi la torta ideale per le occasioni importanti, ma va più che bene per una cena tra amici o una merenda in famiglia.

Tornando alla ricetta, quello che vi serve è:

4 uova
200 gr di zucchero
150 gr di ricotta
200 gr di cioccolato fondente (io uso quello apposito per dolci sotto forma di tavolette )

Separare i tuorli dalle chiare e batterli insieme allo zucchero.
Aggiungere la ricotta, il cioccolato sciolto a bagnomaria e per ultime le chiare montate a neve.

Prendere una teglia dal fondo estraibile, rivestirla con carta da forno e versarvi l'impasto. La teglia non deve essere di grosse dimensioni, non essendoci il lievito la torta non crescerà, ma rimarrà alta più o meno quanto lo è da cruda.

Cuocere a 180°C per circa 30 minuti. L'interno della torta deve rimanere umidiccio, non è quindi importante che la cottura sia precisa. Sulla superficie invece viene a formarsi una crosta irregolare e piuttosto fragile.

Per un effetto estetico servire spolverata di zucchero a velo. La torta è inoltre molto golosa se accompagnata da un po' di panna montata.


Nessun commento: