lunedì 10 gennaio 2011

La cosa più ardua nel preparare una coreografia è stato scegliere la musica

Anche non andando più a scuola ho avuto i compiti delle vacanze.
Ovvero preparare una piccola coreografia per il corso di danza del ventre del martedì.
Un po' che in queste feste ho avuto ospiti e cose da fare, un po' che ho avuto l'influenza, un po' che con le mestruazioni non avevo voglia di saltellare e sballonzolare in giro per la stanza, un po' che ridursi all'ultimo fa parte dell'essere me, a questa cosa ho dedicato giusto l'ultimo fine settimana.
Copiando su esempio di Tizia anch'io ho voluto rendere partecipe il mondo della mie scelte musicali.

Emad SayyahInti Malakeh


A dire il vero sono ancora un po' indecisa, in un primo momento volevo usare un brano basato sulle percussioni, come ad esempio questo:

Mokhtar Al Said - Tabla Solo


Ma con quest'ultimo tipo di musica mi veniva da infilarci giusto due passi di quelli che conosciamo, in pratica non facevo altro che vibrare di continuo.
Non che con il primo brano mi stia venendo fuori chissà che cosa di vario ed originale, dopotutto i passi che ci sono stati insegnati per ora non sono moltissimi e io ho comunque sempre i dubbi su quali metterci. Più che altro mi dimentico sempre di pensare alle braccia, con il risultato che finiscono con l'essere dei semplici pezzi di carne appesi lì (una cosa davvero aggraziata).

2 commenti:

Tizia ha detto...

Ghghgh... come ti capisco!
I pezzi con le percussioni piacerebbero anche a me, ma finiscono per essere troppo veloci e i movimenti di conseguenza vengono scoordinatissimi! Invece di quei meravigliosi colpetti d'anca precisi precisi che si vedono fare alle danzatrici qui è tutto un gettare arti a casaccio ç_ç

Fed Zeppelin ha detto...

prima o poi imparerò a suonare la tabla, ah se imparerò!!