mercoledì 13 ottobre 2010

Incontri a quattro zampe

Tess è un beagle ed è uno dei due cani di famiglia.
Recentemente ha avuto la sfiga di inalare una spiga di grano che le è finita dritta in un polmone, causando non vi dico che casini, culminati in un'operazione chirurgica.
Ieri finalmente l'ho portata a togliere i punti.
Arrivate alla clinica entriamo in sala d'aspetto, già occupata da un signore con un pastore tedesco dalle dimensioni di un mammut, una coppia di anziani che accompagnavano un gatto terrorizzato senza gabbietta e un barboncino zoppo in grembo alla sua fighettissima, elegantissima, truccatissima e pettinatissima padrona dai trampoli d'alta moda e dalla manicure impeccabile. 
Tess è supersocievole, roba che se fosse per lei saluterebbe tutti quelle che vede, compresi Freddy Krueger e lo strangolatore di Boston se le capitasse di incontrarli, non vi dico quindi come ci sia rimasta male quando, messa la zampa nella stanza, il pastore ha rizzato il pelo e ringhiando come un pazzo ha tentato di morderla.
Velocemente superiamo il pastore e la trascino al sicuro dall'altra parte della stanza. Qui Tess si gira a guardare la lucidatissima signora con il barboncino, che subito ritrae il più possibile le gambe gracchiando un "via via" più schifato solo dell'espressione schifata che aveva stampata in volto. Manco le si fosse avvicinata una merda a quattro zampe.  Come se non bastasse ha pure osato guardare male il mio bellissimo capellino, per cui le ho fatto un velocissimo malocchio per far sì che la sua splendente capigliatura venisse colpita da una cacca di piccione non appena fosse uscita dall'edificio.
In tutto questo tempo il pastore non ha smesso un secondo di fissare Tess con sguardo omicida, cosa che non è che ci mettesse proprio a nostro agio.
Al che il suo padrone ha l'idea del secolo. Accompagnando il gesto con le parole "E' solo curioso" porta il suo cane a vicinanze troppo vicine per i gusti di chiunque. Per poco non si scatenava un combattimento fra cani con tanto di scommesse clandestine.
No, dico, ma sei scemo? 
Già mi domando perché non gli hai messo una museruola, ma questo te lo posso giustificare pensando che forse è solo lo stress della situazione a rendere rabbioso e fuori di testa un cane che in condizioni normali è un angioletto, però quando vedi che ha il temperamento di lupo mannaro con la luna di traverso magari è il caso di tenerlo a debita distanza!
Durante questo episodio il gatto ha come minimo perso due delle sue vite per la paura.
In quella entra una signora con un allegro westie e subito il pastore cerca di mangiarsi pure lui. A questo punto il padrone si rende conto che forse è meglio allontanare il proprio cane dalla sala d'aspetto e lo porta a fare un giro in giardino, cosa di cui gli siamo stati tutti molto grati, in particolar modo il gatto che nel frattempo aveva perso ulteriori tre vite. A giudicare da come gli occhi stavano per cadergli fuori dalle orbite ho paura che la sera stessa sia morto per lo stress.
Finalmente un medico giunge a portar via il pastore, trovandosi faccia a faccia con una bestia ringhiosa dagli occhi iniettati di sangue, nonostante ciò il padrone continuava a ripetere che è "buonissimo e non morde". Dalla faccia e da quanto si teneva a distanza, direi che il veterinario non ne era molto convinto. Almeno ha avuto la sagacia di portarlo in ambulatorio attraverso una porta secondaria, cosa che ha fatto sospirare di sollievo tutti gli occupanti della sala d'aspetto.
In seguito il westie ha dimostrato apertamente di voler giocare ad acchiapparella con Tess, la quale, ancora sconvolta dal comportamento asociale del pastore, non era molto in vena. Senza contare che due cani che giocano avrebbero portato definitivamente all'altro mondo il povero gatto.
Per il resto tutto ok, il veterinario ha tolto i punti a Tess e l'ha trovata in buona salute, anche se stupito che non fosse ciccia come tutti i beagle di sua conoscenza. Se potesse vedere quanto corre quotidianamente si stupirebbe ben poco.
Tornati al parcheggio scopriamo che, durante il suo girettino all'aria aperta, il pastore ci ha lasciato in ricordo una bella pisciata sulla portiera dell'auto. Come se potessimo mai scordarci di lui!

Tess, troppo impegnata a dormire per interessarsi a questo post

Nessun commento: